Giro di Polonia 2019: tutti gli italiani al via e le loro ambizioni. Occhi puntati su Pozzovivo, Formolo e Ulissi

Tour de France ormai in archivio, si vola verso il Giro di Polonia, in programma da domani sabato 3 agosto a venerdì 9 agosto. È la prima breve corsa a tappe che anticipa l’appuntamento più importante per gli uomini dei grandi giri: la Vuelta a España 2019. Al via anche diversi corridori italiani deputati per puntare a far classifica, o lanciarsi nelle volate della prima metà del Giro di Polonia, oppure attaccanti, finisseur.

Il faro azzurro che potrebbe puntare addirittura al podio è senza ombra di dubbio Domenico Pozzovivo (Bahrain-Merida), che sfrutterà questa corsa in vista della Vuelta. Esordio in maglia tricolore poi per Davide Formolo (Bora-Hansgrohe), un possibile cacciatore di tappe come Diego Ulissi (UAE Team Emirates). Tra fughe e possibili finali scoppiettanti sono i primi indiziati tra gli atleti italiani. Non sono da escludere in questi casi anche Dario Cataldo (Astana), Valerio Conti (UAE Team Emirates) o Enrico Gasparotto (Dimension Data). Interessante invece il trio della Trek-Segafredo formato da Gianluca Brambilla, Nicola Conci e la new entry Jacopo Mosca. Gli ultimi due sono tra i giovani più promettenti del panorama professionistico italiano. Simone Consonni (UAE Team Emirates), Jakub Mareczko (CCC) e Sacha Modolo (EF Education First) saranno sicuramente le nostre punte per le volate.

Presenti anche Salvatore Puccio (Team Ineos), Fabio Sabatini (Deceuninck-Quick Step), Cesare Benedetti (Bora-Hansgrohe), Manuele Mori, Edward Ravasi, Simone Petilli (UAE Team Emirates), Enrico Battaglin, Matteo Fabbro (Katusha-Alpecin), Filippo Fortin (Cofidis) e Andrea Peron (Novo Nordisk). 

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter 

@lisa_guadagnini

Foto: Valerio Origo

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ciclismo: colpaccio della CCC. Arriva Matteo Trentin dalla Mitchelton-SCOTT

Ciclismo, Prudential RideLondon Classique: si arriva nel giardino della regina, è la classica delle velociste!