Nuoto, Europei juniores 2019: Gaetani e 4×100 mista con Ceccon d’argento, Cocconcelli bronzo nella farfalla femminile

Va in archivio la rassegna continentale giovanile del nuoto a Kazan (Russia). L’Italia nell’ultima giornata ha ottenuto due argenti e un bronzo, totalizzando quindi 16 medaglie (7 ori, 5 argenti e 4 bronzi) e occupando il terzo posto del medagliere alle spalle della Russia e della Germania.

Il primo podio odierno l’ha ottenuto Erika Gaetani nei 100 dorso femminili. L’azzurra, oro nei 200 dorso, si è ripetuta su ottimi livelli anche in questa specialità, toccando la piastra in seconda posizione con il crono di 1’01″62. Una buona prestazione per la classe 2004 che si conferma un ottimo prospetto. La gara è stata vinta dalla russa Daria Vaskina (1’00″17), mentre il bronzo è andato alla portoghese Rafaela Gomes Azevedo (1’01″85). Settima l’altra azzurra Francesca Pasquino (1’02″34) presente in finale. E’ stata poi la velocità pura della farfalla femminile a regalare al Bel Paese un’altra soddisfazione. Costanza Cocconcelli ha ottenuto il bronzo in 27″03, preceduta dalla bielorussa Anastasiya Skurdai (26″23) e dalla francese Naele Portecop (26″29). Ottava posizione per Rita Maria Pignatiello (27″43). Infine è stata la staffetta 4×100 mista maschile a regalarci l’argento. Thomas Ceccon (53″91), Emiliano Tomasi (1’02″27), Claudio Antonino Faraci (52″90) e Stefano Nicetto (48″55) hanno concluso dunque in piazza d’onore con il tempo di 3’37″63 alle spalle della Russia (3’35″97) e davanti alla sorprendente Turchia (3’42″76). Da sottolineare in questo caso lo split di Ceccon a dorso, capace di abbattere il muro dei 54″.

Per quanto concerne le altre gare con protagonisti gli azzurri, Benedetta Pilato si è classificata quinta nei 100 rana femminili vinti dalla britannica Kayla van der Merwe (1’07″12) davanti alle due russe Anastasia Makarova (1’07″30) e Evgeniia Chikunova (1’07″63). Pilato che in 1’08″22 ha migliorato il record italiano categoria “ragazzi”, detenuto da lei stessa (1’08″72). Una prestazione che conferma quanto di buono si dice sulla ragazza classe 2005, la più giovane di questo atto conclusivo. Altro quinto posto è stato quello di Roberta Circi che in 2’15″41 ha sfiorato il podio nei 200 misti,in cui si è imposta la tedesca Zoe Vogelmann (2’13″78), battendo la coppia israeliana formata da Anastasya Gorbenko (2’13″81) e da Lea Polonsky (2’14″29). Ottava piazza invece per Faraci nei 100 farfalla uomini in 53″47, con il successo con un tempo considerevole di Andrei Minakov (51″66). Sono giunte seste le ragazze della 4×200 stile libero (8’11″06), nella finale che ha sorriso ancora alla Russia (8’01″62).

 

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

 

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Diego Gasperoni 

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tour de France 2019, analisi della cronometro a squadre: distacchi contenuti, Bardet e la Movistar obbligati ad attaccare in montagna

Pentathlon, Mondiale Junior 2019: Maria Lea Lopez e Alice Rinaudo seste nella staffetta femminile