Paratriathlon, World Cup Devonport 2019: podio per Federico Sicura, quarta Rita Cuccuru


Inizia la stagione della World Cup anche per il paratriathlon, che in questa nuova annata vede partire la rincorsa verso le Paralimpiadi di Tokyo 2020: a Devonport, in Australia, giungono subito un terzo ed un quarto posto per i due azzurri impegnati. Terza piazza per Federico Sicura (con la guida Daniel Hofer) nella categoria PTVI maschile (B2), dove erano 11 gli atleti al via, mentre è quarta nella categoria PTWC femminile (H1) Rita Cuccuru (5 atlete allo start). I due atleti ed il DT Mattia Cambi a fine gara hanno parlato al sito federale.

Federico Sicura è raggiante dopo il podio raggiunto: “Sono molto contento del risultato di oggi, è un punto di partenza importante per questo nuovo progetto che ho iniziato insieme con delle guide veramente importanti di livello internazionale. Ringrazio la mia società, la Zerotrenta Triathlon, ed il mio allenatore che in poco tempo mi ha fatto crescere molto. Inoltre voglio ricordare e condividere questo risultato con tutti coloro che mi sostengono nel quotidiano, dai coach, alle guide, alla famiglia“.

Nonostante sia rimasta ai piedi del podio, è contenta anche Rita Cuccuru: “Sono entusiasta del mio rientro alle gare internazionali. Ho avuto buone sensazioni in gara, pur consapevole che ci siano ancora molti aspetti su cui lavorare: sono sicura che posso migliorare. Gareggiare con le avversarie australiane prima e terza al Mondiale dello scorso anno e la new entry tedesca, decisamente competitiva, è stato molto utile per poter avere dei riferimenti sulle prossime gare“.

Molto soddisfatto il direttore tecnico Mattia Cambi: “Oggi è stata la prima gara della stagione, ci siamo potuti confrontare con atleti di livello e abbiamo raccolto buoni riferimenti per il prosieguo del nostro lavoro in vista dei prossimi impegni internazionali. Sono soddisfatto di come gli atleti si sono avvicinati all’evento e di come si sono comportati in gara, dove hanno dato tutto. Con questo primo impegno agonistico, si chiude il primo capitolo di una lunga stagione: il percorso sarà impegnativo e ogni gara sarà importante per la qualificazione olimpica. Un doveroso ringraziamento va alle società, Zerotrenta Triathlon e Woman Triathlon Italia, ed al prezioso lavoro che nel quotidiano svolgono a supporto degli atleti. I club svolgono un ruolo fondamentale in questo percorso insieme ovviamente ai tecnici individuali degli atleti come Simone Biava che da alcuni mesi sta coordinando il lavoro di Federico Sicura. Infine, ma non per importanza, devo citare le guide Daniel Hofer e Ivan Risti per la disponibilità che ci hanno dato a supportare l’atleta ipovedente“.

 

 

roberto.santangelo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Valerio Origo

Lascia un commento

scroll to top