Pagelle Red Bull Salisburgo-Napoli 3-1: gli azzurri perdono con i gol dei panchinari, ma accedono ai quarti



Il Napoli si fa sorprendere dal Red Bull Salisburgo, che si dimostra sempre ostico alla Red Bull Arena: dopo il vantaggio di Arek Milik, c’è stata la risposta di Dabbur, che ha colpito un palo nel secondo tempo, come Ruiz per gli azzurri. Dei subentrati Gulbrandsen e Leitgeb i gol della speranza: Ancelotti passa nonostante le assenze ma riuscirà ad avanzare ulteriormente nella competizione? Intanto, ecco i migliori e peggiori della gara degli ottavi di finale di ritorno di Europa League 2018/19: 

DATA, ORARIO, PROGRAMMA E TV DEL SORTEGGIO DI QUARTI DI FINALE

Loading...
Loading...

LA DIRETTA DEL PASSAGGIO DEL TURNO AZZURRO

HIGHLIGHTS E GOL DEL MATCH

NAPOLI (4-4-2)

Meret 5,5: Quasi mai impegnato l’ex portiere dell’Udinese nel primo tempo, amministra la situazione nella ripresa. Incolpevole sul primo gol: meno nel secondo, non essendo reattivo.

Hysaj 5: L’albanese ormai è irriconoscibile sulla fascia destra: l’ex Empoli non compie una, che sia una discesa. In difesa si fa cogliere impreparato dall’errore di Allan e dalla fascia di sinistra per il raddoppio. Non garantisce garanzie difensive.

Chiriches 6,5: Il rumeno tiene a galla a più riprese la difesa partenopea: nel secondo tempo guida da leader la retroguardia azzurra. Sfiora più volte il gol. Esce acciaccato: l’ennesima perdita difensiva per Ancelotti. (dal 78′ Malcuit SV)

Luperto 5: Se la cava come può con l’aiuto del compagno di reparto. Gettato nella mischia, già a Sassuolo non aveva entusiasmato: viene spesso bucato centralmente.

Mario Rui 6: Meglio del compagno sull’altra fascia, garantendo maggior spinta nella prima frazione. Poi cala vertiginosamente nella ripresa con troppi stop mancati e venendo spesso pressato: anche il portoghese è in debito d’ossigeno.

Callejon 6: Solita partita di sacrificio dello spagnolo che oggi probabilmente avrebbe potuto riposare: copre le lacune di Hysaj come può ma sotto porta non riesce più ad essere lucido.

Allan 5: Per una volta, pecca anche il brasiliano. Disimpegno sulla trequarti folle e partita quasi messo in discussione: corre e provare a recuperare i danni ma il suo errore pesa sulla valutazione finale.

Fabian Ruiz 5,5: Lo spagnolo prende un palo nel primo tempo, poi sparisce dal campo: non benissimo l’iberico, che non doveva nemmeno esserci in Austria. Ricopre più ruoli a centrocampo ma ne capisce ben poco.

Zielinski 6: Il polacco è uno dei pochi a salvarsi nel centrocampo azzurro: va vicino due volte al gol, soprattutto mettendo pressione a Walke. I suoi inserimenti e contenimento a centrocampo permettendo di sopperire alle mancanze in mezzo al campo. (dal 73′ A. Diawara 6: non ha tempo per incidere.)

Milik 6,5: Il polacco sblocca immediatamente la gara con una splendida semirovesciata. Dà peso all’attacco e dimentica ben presto Reggio Emilia, dove aveva ricevuto varie critiche. Lotta ma non viene assistito a dovere: esce tra i pochi positivi della trasferta austriaca.

Mertens 6: Il belga si divora vari gol fatti, soprattutto sottoporta, ma sostituisce a dovere Insigne che durante il riscaldamento aveva avuto problemi fisici. Prova qualche soluzione impossibile ma appare troppo lontano dalla porta. Il digiuno prosegue. (dal 88′ Younes SV)

All. Ancelotti 5: Non può disporre di molte alternative stasera tra assenze forzate e scelte di formazione. Il suo Napoli non entusiasma e viene condizionato soprattutto dall’errore iniziale di Allan, ma la condizione e l’attenzione mentale preoccupano. Riuscirà ad avanzare nei prossimi turni?

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

RED BULL SALISBURGO (4-3-1-2): Walke 5,5; Lainer 5,5, Ramalho 6, Onguéné 6,5, Ulmer 6,5; Mwepu 5,5 (dal 59′ Gulbrandsen 7), Samassekou 5,5, Szoboszlai 5,5 (dal 74′ Leitgeb 7); Wolf 6,5 ; Minamino 6,5 (dal 86′ Haland), Dabbur 7. All. Rose 7

Foto di: Anton_Ivanov / Shutterstock.com

Loading...

Lascia un commento

scroll to top