Golf, PGA Tour 2019: Tommy Fleetwood e Keegan Bradley guidano il The Players, Francesco Molinari a metà classifica dopo il primo giro


Livello altissimo sin dalle prime diciotto buche sul percorso del TPC Sungrass di Ponte Vedra Beach, in Florida (Stati Uniti), dove si è aperto il The Players Championship 2019. Il torneo, senza dubbio l’appuntamento più importante del PGA Tour al di fuori dei quattro major, raccoglie infatti il meglio del panorama golfistico internazionale. Al termine del primo giro la classifica provvisoria vede al comando una coppia formata dall’inglese Tommy Fleetwood e dallo statunitense Keegan Bradley con lo score di -7. Il primo non si concede neppure una distrazione e chiude in 65 colpi mettendo a segno ben sette birdie, mentre il secondo non è da meno realizzando un eagle (alla 16), sei birdie e un solo bogey.

La seconda posizione è occupata al momento da un’altra coppia, formata dal sudcoreano Byeong Hun An e dallo statunitense Brian Harman, entrambi con lo score di -6 dopo la prima giornata. Soltanto un colpo più indietro il nordirlandese Rory McIlroy e gli americani Vaughn Taylor e Ryan Moore, in quinta posizione a -5. Un gruppo più numeroso chiude la top10 all’ottavo posto: ne fanno parte lo slovacco Rory Sabbatini (che ha lasciato la nazionalità sudafricana dopo il matrimonio all’inizio di questa stagione) e gli statunitensi Brendan Steele, J.T. Poston, Kyle Stanley e Kevin Kisner, tutti con lo score di -4. Appena fuori dalle prime dieci posizioni si trovano invece al momento diversi giocatori potenzialmente pericolosi in ottica successo finale come gli spagnoli Jon Rahm e Sergio Garcia e l’americano Dustin Johnson (attuale n.1 del ranking mondiale). Tiger Woods invece, le cui condizioni fisiche non sono perfette, dato il problema al collo, è 35° con lo score di -2.

Primo giro in relativa tranquillità per Francesco Molinari. L’italiano, reduce dallo strepitoso successo all’Arnold Palmer Invitational della scorsa settimana, chiude pari con il par mettendo a segno tre birdie e altrettanti bogey e si trova al momento in settantesima posizione, esattamente a metà classifica. Nella giornata di domani gli obiettivi saranno in primo luogo mettere al sicuro il superamento del taglio, quindi provare a risalire posizioni in vista degli ultimi due giorni. Il 36enne torinese si trova comunque in buona compagnia avendo terminato alla pari con giocatori come gli statunitensi Bubba Watson e Brooks Koepka. Tra coloro che pagano una prima giornata estremamente negativa e che difficilmente potranno rientrare nella lotta per il successo finale spiccano il thailandese Kiradech Aphibarnrat (ultimo con un disastroso +12), lo statunitense Cameron Champ (140° a +6) e lo spagnolo Rafa Cabreara Bello (138° a +5).

 

 

roberto.pozzi@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Valerio Origo

Lascia un commento

scroll to top