Vela, Coppa del Mondo Miami 2019: Ferrari-Calabrò sono quinti in Medal Race e chiudono in sesta piazza nel 470 maschile


L’ultima giornata della seconda tappa delle World Series 2019 di vela si è conclusa a Miami (Florida, Stati Uniti) con lo svolgimento delle Medal Race di 470 maschile e femminile, Laser Standard, Laser Radial e Finn.

L’unica imbarcazione azzurra impegnata oggi, composta da Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò, ha ottenuto un quinto posto nella Medal Race del 470 maschile non sufficiente per ambire al podio di tappa. Gli azzurri hanno chiuso la settimana di Coppa del Mondo in sesta posizione assoluta con 80 punti, distanti 20 lunghezze dal terzo gradino del podio occupato dai giapponesi Ichino-Hasegawa. Gli spagnoli Jordi Xammar Hernandez e Nicolás Rodríguez García Paz hanno conquistato il primo posto nella generale con 48 punti difendendosi dagli attacchi degli svedesi Anton Dahlberg e Fredrik Bergström grazie alla terza piazza nella regata decisiva. Nella competizione femminile la Germania l’ha fatta da padrone con Frederike Loewe ed Anna Markfort in prima posizione assoluta davanti alle connazionali Fabienne Oster e Anastasiya Winkel (seconde a -2 dalla vetta) e alle brasiliane Fernanda Oliveira e Ana Luiza Barbachan (terze a -4 dal comando). Le britanniche Hannah Mills ed Eilidh MiIntyre sono rimaste ai piedi del podio a causa del quinto posto in Medal Race, che le ha fatte retrocedere dalla piazza d’onore alla quarta ad un solo punto dalla top3.

Ultima regata determinante solo per la lotta per il podio nella classe Laser, con il norvegese Hermann Tomasgaard già primo aritmeticamente dopo le 11 prove di qualificazione e solo decimo in Medal Race. Alle spalle di Tomasgaard si è confermato in seconda piazza assoluta il neozelandese Sam Meech, vincitore dell’ultima gara, mentre l’australiano Tom Burton ha conservato la terza posizione con una buona prestazione conclusiva. Posizioni invariate anche dopo la Medal Race nel Laser Radial, con la cinese Dongshuang Zhang in trionfo con 81 punti davanti alla statunitense Paige Railey con 95 e alla greca Vasileia Karachaliou con 98. Nella classe Finn è andata in scena un’ultima regata al cardiopalma che ha incoronato lo svedese Max Salminen, capace di difendere la prima posizione nell’overall dai rimontanti Oskari Muhonen, secondo a -3 punti, e Luke Muller, terzo a -6 dalla vetta.

 

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: profilo Twitter Marina Militare

Lascia un commento

scroll to top