Judo, European Open Roma 2019: doppietta italiana nei -90 kg con Di Guida davanti a Rigano! Terzo posto per D’Arco nei -81 kg


Seconda giornata trionfale per l’Italia al PalaPellicone di Ostia, con una doppietta azzurra nei -90 kg ed un terzo posto di rilievo nei -81 kg in occasione dell’European Open di judo a Roma, il torneo più importante del calendario internazionale sul suolo nostrano.

Una giornata storica per il torneo romano, che ha visto una finale tutta italiana per la prima volta nella storia ed un successo che mancava dal 2005 (Francesco Bruyere nei -73 kg). I due protagonisti questa volta sono stati Domenico Di Guida e Lorenzo Rigano (-90 kg), autori di una cavalcata sofferta e sensazionale in cui hanno sovvertito un pronostico che li vedeva sfavoriti in diversi incontri. Di Guida è stato praticamente perfetto nell’arco di tutto il torneo, portando a casa i suoi cinque combattimenti per ippon dovendo ricorrere al Golden Score solamente nell’atto conclusivo, in cui ha sfruttato la squalifica del connazionale Rigano per tre shido dopo 1′ supplementare. Il percorso di Lorenzo Rigano è stato più sofferto e ricco di battaglie molto equilibrate, ma comprende anche una vittoria di grande peso ottenuta in semifinale per ippon con il cinese Hebilige Bu, n.2 del seeding e 48° nel ranking mondiale.

Le soddisfazioni per la selezione tricolore sono arrivate anche nella categoria -81 kg, con un ottimo piazzamento sul podio raggiunto a sorpresa da Salvatore D’Arco. L’azzurro si è guadagnato il miglior risultato della carriera mettendo a segno un ippon contro il tedesco Timo Cavelius e l’austriaco Adam Borchashvili, per poi cedere il passo al russo Denis Kalinin in semifinale per waza-ari. D’Arco si è successivamente riscattato alla grande portando a casa lo spareggio per il terzo posto contro il kazako Yelaman Koishybayev per waza-ari regalando al pubblico romano la quinta medaglia italiana della kermesse.

Di seguito il riepilogo dei podi della seconda e ultima giornata del European Open Roma 2019 di judo:

-81 kg M
1 Azizov (Rus)
2 Kalinin (Rus)
3 Allardon (Fra) e D’Arco (Ita)

-90 kg M
1 Di Guida (Ita)
2 Rigano (Ita)
3 Borenovic (Srb) e Bu (Chn)

-100 kg M
1 Adamian (Rus)
2 Erihemubatu (Chn)
3 Borodavko (Lat) e Imala (Sui)

+100 kg M
1 Panko (Ukr)
2 Kolesnyk (Ukr)
3 Prgonjic (Srb) e Sadikovic (Bih)

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: IJF

Lascia un commento

scroll to top