Basket, Serie A1 femminile 2019, 17a giornata: Venezia in testa da sola, ok Ragusa, Broni e Sesto San Giovanni. In coda Empoli espugna Battipaglia

Ilaria Panzera | Credit: LBF / Ciamillo


La diciassettesima giornata di Serie A1 femminile va in archivio con il ritorno dell’Umana Reyer Venezia in testa alla classifica, dopo la vittoria sul campo di una mai realmente doma Vigarano. Nel miglior match di giornata, invece, è Ragusa ad avere la meglio su San Martino di Lupari, mentre Empoli espugna Battipaglia al supplementare.

PASSALACQUA RAGUSA-FILA SAN MARTINO DI LUPARI 69-64 (26-14, 39-34, 58-53)
Secondo posto in classifica raggiunto dalla Virtus Eirene, che supera il Fila dopo una partita prima comandata nettamente e poi lottata. Marhsall, Keys e Webb portano subito le ospiti sul +4, poi Ragusa piazza un devastante parziale di 19-0 che dal 4-8 la porta sul 23-8 con Hamby grande protagonista. San Martino in qualche modo si riprende con le triple di Pastore e Webb e la consistenza di Marshall, che mette 7 punti di fila per riportare le giallonere fino al -1 (29-28). La partita va avanti a strappi, ma anche a momenti lunghi in cui non segna nessuna, come nei primi tre minuti del terzo quarto. La partita si trasforma quasi in un Hamby contro Webb e Marshall, con Ragusa che ci infila anche sette punti di fila importanti di Romeo. Tonello e Webb trovano la parità del Fila a quota 60, poi sono Kuster e Romeo da tre, in un finale concitato e impreciso, a dare alla Passalacqua i punti sufficienti per difendere il PalaMinardi.
TOP SCORER
RAGUSA – Hamby 28, Romeo 10, Kuster e Harmon 8
SAN MARTINO DI LUPARI – Marshall 21, Webb 16, Tognalini 8

MECCANICA NOVA VIGARANO-UMANA REYER VENEZIA 73-81 (15-28, 32-45, 52-61)
Non basta a Vigarano una lotta costante lungo l’intero arco della partita: Venezia vince e si porta a casa la testa della classifica solitaria approfittando del riposo forzato di Schio. Sul 5-4 la Reyer si fa trascinare da Steinberga e dal gruppo delle italiane (e poi da Anderson) per uno 0-16 la cui intenzione è chiara: spaccare la partita. Steinberga rincara ancora la dose per il +19 (7-26), ma le ospiti non trovano più un maggior vantaggio. Vigarano, infatti, comincia a tentare di rimettere in piedi l’incontro con Rakova e Fitzgerald, che per larghi tratti mantengono il ritardo attorno alle 10 lunghezze. Pur andando al riposo avanti 32-45 con due liberi di Gorini, Venezia non chiude la partita, lasciando libero sfogo alle iniziative di Fitzgerald e Bocchetti, e la Meccanica Nova arriva fino al -6 nel terzo quarto, prima della tripla sulla sirena di Anderson per il 52-61. Macchi prova a mantenere invariato il distacco, ma arriva un altro affondo di Vigarano, che torna sul 69-73 prima che ancora Macchi da tre dia una mano a un’ottima Bestagno nelle fasi calde del finale. Finisce 73-81 e la Reyer può festeggiare.
TOP SCORER
VIGARANO – Fitzgerald 30, Bolden 11, Rakova 10
VENEZIA – Steinberga 26, Bestagno e Anderson 14

TREOFAN GIVOVA BATTIPAGLIA-USE ROSA SCOTTI EMPOLI 63-71 dts (11-9, 27-28, 46-38, 60-60)
Punti fondamentali, quelli raccolti da Empoli a Battipaglia, soprattutto per il morale di una squadra che cercava una reazione d’orgoglio in una stagione complessa. La tensione si sente nel primo quarto, in cui entrambe le formazioni segnano pochissimo (11-9), poi si sbloccano un po’ Mathias e Narviciute per il 15-20 ospite. Battipaglia resta lì prima con Simon, poi con Trimboli e quindi con Scarpato, chiudendo sotto 27-28 all’intervallo. Del Pero lancia, al rientro in campo, un parziale di 14-0 che sembra indirizzare la partita, ma Narviciute e soprattutto Brunelli non sono dello stesso avviso. Empoli, pian piano, riesce a recuperare il distacco e poi a realizzare i punti della parità con Pochobradska (53-53). La partita diventa una battaglia e a undici secondi dalla fine Narviciute ha l’opportunità di mettere i liberi del +1 empolese, ma ne segna uno solo: 60-60, supplementare. Qui non segna più nessuno per quasi due minuti e mezzo, poi è Empoli a uscire dal torpore e a trovare una decisiva Rossellini per il 73-81 finale.
TOP SCORER
BATTIPAGLIA – Handy 20, Simon 18, Trimboli 10
EMPOLI – Narviciute 15, Mathias 13, Madonna 12

ELCOS BRONI-IREN FIXI TORINO 80-54 (24-15, 47-30, 60-43)
Facile vittoria per Broni sul proprio campo, di fronte a una Torino che mostra una volta di più le proprie lacune. La partita, nel primo quarto, ha anche il suo senso d’esistere, visto che al blocco delle italiane dell’Elcos rispondono Lawrence prima e il duo Milazzo-Trucco poi (14-13, poi 17-15). A quel punto Premasunac, Wojta e Anna Togliani scaricano un parziale di 15-0 che viene completato da otto punti in fila di Spreafico e lancia Broni. Torino non riesce ad avere la forza di reagire, andando sotto di 22 prima di chiudere la prima metà di gara sotto 47-30. A quel punto, però, per le padrone di casa tutto si trasforma in facile controllo della situazione; l’80-54 ne è la naturale conseguenza.
TOP SCORER
BRONI – Milic 20, Spreafico 16, Wojta e Premasunac 11
TORINO – Lawrence 15, Reimer 14, Milazzo 10

ALLIANZ GEAS SESTO SAN GIOVANNI 75-66 GESAM GAS&LUCE LE MURA LUCCA 75-66 (18-24, 40-32, 59-45)
Una gran prova di squadra regala al Geas un’importante vittoria per avvicinare Lucca e Vigarano in classifica. L’inizio, però, è proprio del Basket Le Mura, che dopo cinque minuti d’equilibrio se ne va fino al 15-24 con un po’ di Gatti e tanta Vaughn. Fin quando anche Treffers offre il proprio contributo Lucca riesce a mantenersi sul +8, poi Panzera ed Ercoli si prendono sulle spalle le padrone di casa per un parziale di 11-0 che gira la partita (35-30). La classe 2002 rossonera trascina le sue compagne nel finale di prima metà di gara, poi accanto a Ercoli arriva anche Arturi con le pesanti triple del +14 (52-38). Barberis firma il massimo vantaggio (+18, 56-38), ma Lucca tira fuori una reazione di pura rabbia che la riporta fino al -5 (63-58). Gatti con due triple risponde a Brunner, poi mette a referto anche il -2 (67-65) a 2’13” dal termine. Lì il Geas si risveglia e ha in Brunner la propria salvatrice, che costruisce la base per il 75-66 finale.
TOP SCORER
SESTO SAN GIOVANNI – Williams 16, Brunner 13, Arturi 11
LUCCA – Vaughn 20, Gatti 16, Treffers 12

CLASSIFICA
1. Venezia 26
2. Schio, Ragusa 24
4. Broni 22
5. San Martino di Lupari 18
6. Lucca, Vigarano 14
8. Sesto San Giovanni 12
9. Empoli, Battipaglia 6
11. Torino 4

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL BASKET

federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credit: LBF / Ciamillo

Lascia un commento

scroll to top