Speed skating, Europei 2019: Kai Verbij il migliore nello sprint, bene Andrea Giovannini nell’all-round


Giornata intensa quella degli Europei 2019 di speed skating, in corso di svolgimento a Collalbo (Italia). Detto dell’eccezionale prova della nostra Francesca Lollobrigida, giunta terza nell’all-round dietro all’olandese Antoinette de Jong e alla ceca Martina Sablikova, quest’oggi si sono assegnate le medaglie anche nella graduatoria sprint maschile. Ad imporsi è stato l’olandese Kai Verbij, campione del mondo nel 2017 a Calgary (Canada), vincitore nella seconda serie dei 500 metri e secondo nei 1000 metri. Con il punteggio totale di 139.085 l’orange ha preceduto il campione olimpico dei 500 metri Håvard Holmefjord Lorentzen (140.420) e l’altro norvegese Henrik Fagerli Rukke (141.155). Decimo e dodicesimo posto per i nostri David Bosa (142.095) e Mirko Nenzi (143.070).

Hanno avuto inizio poi le due gare sprint ed all-round riservate alle donne e agli uomini con le prime due prove. Nella prima serie dei 500/1000 metri femminili l’austriaca Vanessa Herzog, sfruttando la propria propensione alla velocità (prima nei 500 metri), si è issata in vetta alla classifica generale con 75.880, a precedere la coppia russa formata da Daria Kachanova (76.045) e da Olga Fatkulina (76.150). La partita resta aperta visto che le due atlete dell’Est sono vicine e domani potrebbero far saltare il banco. In casa Italia 11esima posizione per Noemi Bonazza che, ottenendo un undicesimo posto nei 500 metri ed un decimo nei 1000 metri, ha siglato 78.645.

A completamento del day-2, un buon sesto posto per Andrea Giovannini nell’all-round. L’azzurro quinto e sesto nei 500 e nei 5000 metri si è confermato su buoni livelli, specie nella prova di pura velocità dove ha fatto vedere una buona condizione (75.963). In vetta il duo olandese composto da Patrick Roest (74.411) e dal fuoriclasse assoluto Sven Kramer (74.456) che va a caccia del suo decimo oro in questa particolare gara. Domani, con i 1500 e i 10000 metri nel programma, scopriremo come andrà a finire. A completare il podio per il momento c’è il norvegese Sverre Lunde Pedersen (74.479) e la lotta è decisamente serrata. Tredicesimo, infine, l’altro azzurro al via Gabriele Galli con 79.500 mentre poco fortunato Davide Ghiotto, costretto a fermarsi per un problema fisico.

 

 

 

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: pagina facebook Andrea Giovannini

Lascia un commento

scroll to top