Salto con gli sci, Coppa del Mondo Zao 2019: Daniela Iraschko-Stolz trionfa a Zao davanti a Takanashi e Althaus. Elena Runggaldier 31ma


Daniela Iraschko-Stolz conquista la quindicesima vittoria della carriera in Coppa del Mondo (la seconda stagionale dopo l’exploit di Sapporo) in quel di Zao e si porta in terza posizione nella classifica generale, sconfiggendo la padrona di casa giapponese Sara Takanashi e la tedesca Katharina Althaus al termine di una gara molto spettacolare e caratterizzata da un vento molto forte (che ha costretto gli organizzatori a cancellare le qualificazioni).

La veterana austriaca classe 1983 si è imposta con uno score totale di 205.2 grazie a due serie molto solide che le hanno permesso prima di aggiudicarsi la prima manche con 104.2 punti (93.5 metri) e poi di conservare il primato dagli attacchi delle inseguitrici con una prova da 92.5 metri e 101 punti. La nipponica Sara Takanashi ha ottenuto il secondo punteggio nella prima serie con 101.0 ed è salita di colpi nel Final Round con un grande salto da 94 metri, però ha concesso qualcosa in fase di atterraggio e le valutazioni dei giudici sono state fatali nel confronto diretto con Iraschko-Stolz, distante appena 1.7 punti nella classifica combinata.

Il podio è stato completato dalla tedesca Katharina Althaus, sempre più leader della classifica generale di Coppa del Mondo, che ha pagato appena 3 decimi di punto nei confronti di Takanashi riuscendo a difendere la terza piazza della prima manche dalle rimontanti Maren Lundby (da sesta a quarta con il miglior punteggio nella seconda serie) e Nika Kriznar, staccate rispettivamente di 2.9 e 4.0 punti nella graduatoria finale. Sesta piazza per la russa Lidiia Iakovleva, che ha chiuso con 197.6 punti perdendo due piazze rispetto alla prima manche, settima la norvegese Anna Odine Stroem con 195.5 e ottava la teutonica Juliane Seyfarth (vincitrice all’esordio stagionale a Lillehammer).

Grande delusione in chiave azzurra per Elena Runggaldier, unica rappresentante della nostra selezione quest’oggi, che ha fallito la qualificazione per la seconda manche di soli 0.4 punti dovendo così accontentarsi della 31^ piazza assoluta con 68.3 punti. La saltatrice italiana non è riuscita ad entrare in zona punti dopo l’ottima nona piazza di Sapporo a causa di una esecuzione non perfetta in cui ha lasciato sul piatto diversi decimi di punto nelle valutazioni dei giudici, oltre ad aver portato a casa una misura abbastanza debole (76 metri) con 0.28 m/s di vento frontale.

 

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Lascia un commento

scroll to top