Pattinaggio artistico, Europei 2019: Alina Zagitova al comando dopo lo short, Samodurova insegue. Lucrezia Gennaro conquista la finale

La prima giornata dei Campionati Europei di pattinaggio artistico, quest’anno in scena presso l’Arena Sportiva di Minsk (Bielorussia), si è aperta con lo short program della specialità individuale femminile.

Come da pronostico, la Campionessa Olimpica Alina Zagitova si è portata al comando della classifica; tuttavia, nonostante la superiorità, la fuoriclasse russa è apparsa piuttosto contratta. Inaugurando la performance ricevendo una chiamata di salto sottoruotato sul triplo rittberger in combinazione con il triplo lutz, l’allieva di Eteri Tutberidze ha poi atterrato in modo egregio il doppio axel (preceduto da una bellissima entrata) e il triplo flip. Raccogliendo livello 4 nelle tre trottole e nella sequenza di passi, la detentrice del titolo europeo ha ottenuto 75.00 punti, suddivisi in 38.60 (tecnico) e 36.40 (componenti del programma).

A poco più di due lunghezze di distanza si è classificata una straordinaria Sofia Samodurova, autrice di una performance impeccabile impreziosita da elementi di grandissima qualità come la combinazione triplo flip/triplo toeloop (GOE tra il +3 e il +4), il triplo rittberger e il doppio axel. Con degli elementi di trottola superlativi l’allieva di Alexei Mishin ha sfiorato i 40 punti sul fronte tecnico guadagnando il nuovo primato personale di 72.88 (39.25, 33.63). Programma di alto livello anche quello della svizzera Alexia Paganini, attualmente in terza posizione dopo aver ben eseguito importanti salti come la difficile combinazione triplo lutz/triplo toeloop, il triplo rittberger e il doppio axel ricevendo una valutazione di 65.64 (36.08, 29.56). Nel programma libero la svizzera dovrà difendersi dagli attacchi della vicinissima finlandese Viveca Lindfors (quarta con 65.61), della slovacca Nicole Rajicova (quinta con 64.08) e della francese Laurine Lecavelier (sesta con 63.29). Delude la russa Stanislava Kostantinova, in undicesima posizione provvisoria (56.76) a causa di un programma viziato da un lutz eseguito solo doppio e da una caduta sul triplo toeloop in combinazione con il triplo flip.

La pattinatrice azzurra Lucrezia Gennaro ha conquistato l’accesso al programma libero piazzandosi in sedicesima posizione con 52.91 (29.06, 23.85) grazie a una performance assolutamente positiva. Nello specifico l’atleta allenata da Ludmila Mladenova ha ben figurato atterrando correttamente il triplo rittberger e il doppio axel, commettendo una piccola sbavatura nella combinazione triplo salchow-doppio toeloop. L’emozione ha un po’ tradito Lara Naki Gutmann che comunque, dopo il primo errore nel triplo toeloop, ha dimostrato lucidità e maturità completando la combinazione triplo flip (chiamato sottoruotato)-doppio toeloop, eseguendo correttamente il doppio axel. La pattinatrice triestina allenata da Gabriele Minchio ha chiuso la gara in ventinovesima posizione con il punteggio di 43.96 (21.79, 22.17).

CLASSIFICA SHORT PROGRAM INDIVIDUALE FEMMINILE

FPl. Name Nation Points SP FS
1 Alina ZAGITOVA
RUS
75.00 1
2 Sofia SAMODUROVA
RUS
72.88 2
3 Alexia PAGANINI
SUI
65.64 3
4 Viveca LINDFORS
FIN
65.61 4
5 Nicole RAJICOVA
SVK
64.08 5
6 Laurine LECAVELIER
FRA
63.29 6
7 Ekaterina RYABOVA
AZE
59.95 7
8 Mae Berenice MEITE
FRA
58.95 8
9 Alexandra FEIGIN
BUL
58.80 9
10 Emmi PELTONEN
FIN
58.06 10
11 Stanislava KONSTANTINOVA
RUS
56.76 11
12 Eliska BREZINOVA
CZE
55.85 12
13 Ivett TOTH
HUN
54.90 13
14 Julia SAUTER
ROU
54.29 14
15 Dasa GRM
SLO
53.50 15
16 Lucrezia GENNARO
ITA
52.91 16
17 Anita ÖSTLUND
SWE
52.76 17
18 Yasmine Kimiko YAMADA
SUI
51.21 18
19 Nicole SCHOTT
GER
50.68 19
20 Pernille SORENSEN
DEN
50.59 20
21 Anastasiya GALUSTYAN
ARM
48.38 21
22 Natasha MCKAY
GBR
48.20 22
23 Antonina DUBININA
SRB
47.20 23
24 Nathalie WEINZIERL
GER
46.09 24
Elzbieta GABRYSZAK
POL
FNR 25
Sophia SCHALLER
AUT
FNR 26
Gerli LIINAMÄE
EST
FNR 27
Kyarha VAN TIEL
NED
FNR 28
Lara Naki GUTMANN
ITA
FNR 29
Silvia HUGEC
SVK
FNR 30
Valentina MATOS
ESP
FNR 31
Paulina RAMANAUSKAITE
LTU
FNR 32
Camilla GJERSEM
NOR
FNR 33
Hana CVIJANOVIC
CRO
FNR 34
Elizabete JUBKANE
LAT
FNR 35
Anastasia GOZHVA
UKR
FNR 36

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Pier Colombo

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Combinata nordica, Mondiali Junior 2019: Daniela Dejori chiude al sesto posto, oro per Ayane Miyazaki

Ciclismo, freni a disco contro freni classici: come si comportano le squadre World Tour? Le scelte dei team