Ciclismo su pista, Coppa del Mondo Hong Kong 2019: ITALIA DA SBALLO! Entrambi gli inseguimenti dominano le qualifiche!

The Italian team compete to take the silver medal in the women's team pursuit race final of the track cycling at the Sir Chris Hoy velodrome during the 2018 European Championships in Glasgow on August 3, 2018. / AFP PHOTO / ANDY BUCHANAN


Prima giornata, dedicata solo alle qualificazioni delle prove di inseguimento a squadre, per quanto riguarda la tappa della Coppa del Mondo di ciclismo su pista in quel di Hong Kong. Subito risultati strepitosi in casa Italia: entrambi i trenini sono al comando.

Il quartetto femminile infatti non delude mai: il trenino giovanissimo con Marta Cavalli, Martina Alzini, Elisa Balsamo e Letizia Paternoster timbra il tempo di 4:21.339, che è il miglior parziale di giornata. Si presenteranno domani nei turni decisivi con l’obiettivo sicuramente di centrare al podio, magari provando a trovare il bersaglio grosso. Inseguono la Germania (4:23.895), la Nuova Zelanda (4:25.140) e l’Australia (4:25.554).

Torna Filippo Ganna e vola anche il quartetto al maschile, nettamente al comando. Oltre al campione del mondo dell’individuale, nel trenino campione d’Europa presenti anche Francesco Lamon, Michele Scartezzini e Liam Bertazzo: 3:57.660 il tempo degli azzurri che sono davanti agli Stati Uniti (3:59.127) e alla Francia (3:59.709). Visti i tempi non esageratamente bassi, si può puntare davvero in alto.

gianluca.bruno@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

One Reply to “Ciclismo su pista, Coppa del Mondo Hong Kong 2019: ITALIA DA SBALLO! Entrambi gli inseguimenti dominano le qualifiche!”

  1. ale sandro ha detto:

    Entrambe le gare sono da vincere, visti gli atleti iscritti nelle altre formazioni, quindi si può approfittare per fare un bel bottino di punti nel ranking olimpico.
    Per le donne tra l’altro dovrebbe essere già confermata la matematica terza coppa del mondo consecutiva, vista l’assenza delle britanniche. Nonostante la forte contusione al braccio della Balsamo nell’omnium di sabato scorso, che la costrinse al ritiro, un discreto crono nella speranza si possano migliorare domani e almeno rifare i tempi di una settimana fa.
    Per i maschi già in leggera crescita in Nuova Zelanda un crono non distante dai migliori fatti nei turni di qualificazione delle diverse gare fatte in questi ultimi anni. Si spera di scendere ancora e magari andare non lontano dal record nazionale.

Lascia un commento

scroll to top