Australian Open 2019, tabellone maschile: Federer e Nadal avanti senza problemi, Tiafoe sorprende Anderson. Promossi gli altri big

Switzerland's Roger Federer hits a return against Britain's Daniel Evans during their men's singles match on day three of the Australian Open tennis tournament in Melbourne on January 16, 2019. (Photo by DAVID GRAY / AFP) / -- IMAGE RESTRICTED TO EDITORIAL USE - STRICTLY NO COMMERCIAL USE --


Cominciano a saltare le teste di serie importanti nel tabellone maschile degli Australian Open 2019, anche se, per il momento, i due grandi attesi della parte bassa non falliscono i loro appuntamenti.

Roger Federer, impegnato contro il talentuoso britannico Daniel Evans, ha impiegato due ore e mezza per batterlo col punteggio di 7-6(5) 7-6(3) 6-3. Lo svizzero, ora, affronterà non Gael Monfils, testa di serie numero 30, ma Taylor Fritz, che ha sconfitto il francese in quattro set: con l’americano c’è un precedente, risalente al 2016, giocato sull’erba di Stoccarda e vinto dal numero 3 del mondo per 6-4 5-7 6-4. Avanza in maniera ugualmente spedita Rafael Nadal: lo spagnolo deve preoccuparsi soltanto di tre palle break nel primo set a favore di Matthew Ebden prima di rendere anche l’australiano una propria vittima in poco meno di due ore: 6-3 6-2 6-2 il punteggio finale. Il suo avversario, per la terza partita di fila, sarà un padrone di casa: Alex de Minaur, però, invece di chiudere in tre set, non converte una palla match al termine di uno scambio di 28 colpi nel tie-break e finisce per farsi portare al quinto da Henri Laaksonen, prima che il qualificato svizzero ceda per 6-4 6-2 6-7(7) 4-6 6-3.

Il pronostico più pesante sovvertito nella giornata arriva dalla Margaret Court Arena, in cui Frances Tiafoe riesce a battere per 4-6 6-4 6-4 7-5 Kevin Anderson: il sudafricano non subisce danni in termini di ranking perché un anno fa si era fermato all’esordio, mentre l’americano si guadagna il terzo turno e la sfida con il nostro Andreas Seppi, che nella notte non ha avuto alcun problema contro l’australiano Jordan Thompson (6-3 6-4 6-4).

Tutti gli altri giocatori inseriti tra le teste di serie passano il turno, e daranno dunque vita a terzi turni spesso molto interessanti: Marin Cilic (Croazia) giocherà contro Fernando Verdasco (Spagna), e il più in forma dei due sembra l’iberico; il connazionale di quest’ultimo Roberto Bautista Agut sopravvive a una battaglia di cinque set (e quattro match point mancati) contro John Millman, in grado di infiammare il pubblico di casa nel sogno di un’altra cavalcata stile US Open. Bautista Agut sfiderà Karen Khachanov: il russo ha regolato con un triplo 6-3 il giapponese Yoshito Nishioka. Stefanos Tsitsipas (Grecia) e Nikoloz Basilashvili (Georgia, giustiziere del nostro Stefano Travaglia) promettono spettacolo nel loro futuro confronto, mentre chi non convince fino in fondo è Grigor Dimitrov: il bulgaro lascia per strada un set contro Pablo Cuevas e sarà il prossimo avversario di Thomas Fabbiano, proveniente dal quinto set vinto contro Reilly Opelka (Stati Uniti).

Chi fa veramente paura è Tomas Berdych: il ceco, tornato di recente dopo un lungo stop per infortunio, ha lasciato 8 giochi a Kyle Edmund e 7 all’olandese Robin Haase (6-1 6-3 6-3), lanciando chiarissimi segnali al suo avversario di venerdì, l’argentino Diego Schwartzman, che ha invece faticato cinque set per superare l’americano Denis Kudla. L’obiettivo di Berdych, però, potrebbe spostarsi più in là, verso lo scontro che appare sempre più inevitabile con un mancino proveniente da Manacor.

Di seguito tutti i risultati odierni relativi al tabellone maschile:

Čilić (Croazia) – McDonald (Stati Uniti) 7-5 6-7(9) 6-4 6-4
Albot (Moldavia) – Verdasco (Spagna) 1-6 6-7 (2) 3-6
Bautista Agut (Spagna) – Millman (Australia) 6-3 6-1 3-6 6-7(6) 6-4
Nishioka (Giappone) – Khachanov (Russia) 3-6 3-6 3-6

Tsitsipas (Grecia) – Troicki (Serbia) 6-3 2-6 6-2 7-5
Travaglia (Italia) – Basilashvili (Georgia) 6-3 3-6 6-3 4-6 3-6
Monfils (Francia) – Fritz (Stati Uniti) 6-3 6-7 (8) 7-6 (6) 7-6 (5)
Evans (Gran Bretagna) – Federer (Svizzera) 6-7 (5) 6-7 (3) 3-6

Anderson (Sudafrica) – Tiafoe (Stati Uniti) 6-4 4-6 4-6 5-7
Thompson (Australia)  – Seppi (Italia) 3-6 4-6 4-6
Dimitrov (Bulgaria) – Cuevas (Uruguay) 6-3 6-7(5) 6-3 7-5
Fabbiano (Italia) – Opelka (Stati Uniti)  6-7(15) 6-2 6-4 3-6 7-6 [10-5]

Berdych (Repubblica Ceca) – Haase (Olanda) 6-1 6-3 6-3
Kudla (Stati Uniti) – Schwartzman (Argentina) 4-6 5-7 6-3 7-6(6) 4-6
de Minaur (Australia) – Laaksonen (Svizzera) 6-4 6-2 6-7(7) 4-6 6-3
Ebden (Australia) – Nadal (Spagna) 3-6 2-6 2-6

 

 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL TENNIS

federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Lascia un commento

scroll to top