Vela, Sydney-Hobart 2018: Comanche ancora in testa, ma Black Jack ed Infotrack risalgono


Prosegue la 74ma edizione della Sydney-Hobart, importantissima competizione velica che in pratica come ogni anno chiude il calendario dell’anno solare. La gara, scattata poco più di 24 ore fa, vedrà le prime imbarcazioni tagliare il traguardo questa notte, appena sotto i due giorni di navigazione.

Sono infatti 628 le miglia nautiche da coprire in totale ed al momento sono ancora in gara ben 81 concorrenti: in testa, come da pronostico, ed in linea con quanto visto già ieri fin dalle prime battute, c’è Comanche, campione uscente, che però non riuscirà a battere il tempo record della scorsa annata in caso di vittoria.

Il bis, infatti non è ancora certo: alle spalle dei detentori ecco risalire di gran carriera Black Jack, che al momento si trova in seconda piazza, ma che in prospettiva ha un tempo stimato d’arrivo di circa tre minuti e mezzo inferiore a chi in questo momento è in testa. Si tratta davvero di un distacco minimo dato che ci sono ancora molte ore di navigazione da affrontare.

In terza piazza gli altri grandi favoriti della vigilia di Wild Oats XI, che però al momento sono accreditati del quarto tempo di arrivo: infatti la proiezione fatta tenendo conto degli ultimi dati pone in terza posizione Infotrack, data in gran rimonta, tanto da essere indicata al traguardo a poco meno di cinque minuti da Black Jack e poco più di uno da Comanche. Wild Oats invece dovrebbe pagare più di 35 minuti di ritardo.

La lotta per il successo è ristretta a questa quattro imbarcazioni, dato che il rest del plotone dovrebbe accusare diverse ore di ritardo, non riuscendo ad abbattere il muro dei due giorni di navigazione. L’arrivo dei vincitori è stimato poco dopo le 2.00 della notte italiana, poco al di sotto dei due giorni, dato che la sfida è scattata alle 3.00 di notte a Santo Stefano.

roberto.santangelo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Alvov / Shutterstock.com

Lascia un commento

scroll to top