Tennis, Albert Costa difende il nuovo format della Coppa Davis: “Tutti si lamentano ma serviva un cambiamento”


Non è un mistero. C’è tanta contrarietà circa il nuovo format della Coppa Davis 2019. Il nuovo sistema, che prevede a febbraio il turno eliminatorio tra 24 squadre e poi dal 18 al 24 novembre le Finals, non entusiasma gran parte dei giocatori che in più di un’occasione hanno dichiarato chiaramente che è complicato conciliare la stagione regolare con questa novità nel calendario. In prima linea, in questo senso, il n.1 del mondo Novak Djokovic.

A difendere però questa innovazione c’è lo spagnolo Albert Costa, campione del Roland Garros nel 2002, vincitore di tre Davis con la Spagna, da giocatore e da capitano e direttore delle finali che assegneranno il trofeo a Madrid: “Ora tutti si lamentano, ma era da tempo che i giocatori, che consideravano già morta questa competizione, chiedevano un cambiamento. Questa nuova formula li impegna per sole due settimane contro le quattro di prima. Arriveranno a fine stagione più freschi e alcuni di loro potrebbero giocare anche solo la settimana delle finali“, le parole dell’ex tennista iberico (fonte: gazzetta.it), convinto del fatto suo e che i giocatori poi sposeranno questa competizione, andando oltre le iniziali obiezioni.

Ci confrontiamo spesso con i ragazzi della Next Gen, loro sono molto importanti, sono il futuro del tennis. A tutti spieghiamo il progetto e tutte le novità positive. Credo che dopo la prima edizione la maggior parte dei dubbiosi si convincerà della bontà di questa nuova formula e si entusiasmerà. A Madrid poi si giocherà sul veloce indoor, come alle Finals di Londra, da cui i top players potranno facilmente arrivare con due ore di volo“, ha aggiunto Costa che riferendosi alla partecipazione dello spagnolo Rafael Nadal: “Adora il nuovo format ed è dalla nostra parte, ma non solo per l’amicizia che ci lega. Lui è un professionista molto puntiglioso e durante la stagione ci darà una mano e cercherà far capire ai colleghi quanto sia positivo il cambiamento”

 

 





 

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: salajean / Shutterstock.com

Lascia un commento

scroll to top