Sollevamento pesi, Campionati Italiani Assoluti 2018: assegnati i sette titoli al femminile con Bordignon, Magistris, Alemanno e Russo protagoniste


Seconda giornata dei Campionati Italiani Assoluti 2018 di pesistica olimpica che si è chiusa con l’assegnazione di sette titoli nazionali nelle categorie di peso femminili. Il programma odierno a Caltanissetta si è aperto con il successo di Giulia Imperio nei -48 kg con un totale di 150 kg frutto di 69 kg di strappo e 81 di slancio, precedendo Nicole Mannironi con 133 kg e Patrizia Cappeddu con 130. Giorgia Russo ha dominato nei -53 kg ottenendo una misura complessiva di 172 kg, ma è stata battuta da Vittoria Carnevale Pellino (argento di totale con 157) nella prova di strappo per tre lunghezze. Bronzo di totale per Cristiana Maule con 141 kg (62+79). Pronostico rispettato nei -58 kg con Lucrezia Magistris in trionfo con 187 kg (83+104) davanti a Chiara Piccinno con 172 (78+94) e Rosita Giustino con 169 (74+95).


Nella categoria -63 kg Maria Grazia Alemanno ha demolito la concorrenza facendo la differenza soprattutto nello strappo e chiudendo con un totale di 202 kg, davanti a Giulia Miserendino con 185 kg e Maria Antonella Pizzolato con 177 (per lei argento di slancio). Prestazione sottotono ma comunque ampiamente sufficiente per il successo di Giorgia Bordignon nei -69 kg, con una combinata di 195 kg frutto di uno strappo di 90 ed uno slancio di 105, mentre Elisa Mariani e Yuliia Denysiuk si sono fermate rispettivamente a 174 e 172 kg. Nei -75 kg il successo finale è andato a Carlotta Brunelli con un totale di 194 kg (88+106), mentre i rimanenti gradini del podio sono stati occupati da Crystal Pittman con 180 e da Anita Galleani con 175 kg. Ultima gara del programma e della stagione molto equilibrata, con Mariana Samoila che si è laureata Campionessa Italiana dei +75 kg con 174 kg (80+94), appena davanti a Victoria Horn con 170 (77+93) e a Desiree Corsale con 168 kg (74+94).

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: FIPE

Lascia un commento

scroll to top