OSCAR 2018 – Lo sportivo paralimpico dell’anno è… La top 5: show di Tapia, Bebe Vio maestosa, nuoto sublime


L’universo paralimpico regala sempre grandi emozioni all’Italia, il 2018 non ha deluso le aspettative e gli azzurri hanno conquistato medaglie nelle grandi competizioni internazionali in cui erano presenti. OA Sport assegna l’Oscar 2018 per il miglior atleta paralimpico dell’anno, questa la nostra top 5:

 

PRIMO POSTO – ONEY TAPIA:

Un anno davvero indimenticabile per il simpaticissimo italo-cubano che ricorderà a lungo questa stagione per i risultati ottenuti e per le emozioni provate. Doppio oro agli Europei di atletica paralimpica dove vince nel lancio del disco categoria F11 con annesso record del mondo e poi si replica nel peso, confermandosi il padrone di queste specialità tra i non vedenti dopo aver fatto saltare il banco alle Paralimpiadi di Rio 2016. Il 42enne non si limita a giganteggiare in pedana ma si esalta anche in altri contesti, trionfando a Ballando con le Stelle con grande personalità e poi ha scritto anche un libero: personalità a tutto tondo.

 

SECONDO POSTO – BEBE VIO:


Conferma di essere il faro del movimento paralimpico italiano, riconosciuta trasversalmente anche da chi non segue lo sport con assiduità. La Campionessa Paralimpica non fa sconti a nessuno e col suo fioretto è come sempre imbattibile: vince l’oro agli Europei, alza al cielo la Coppa del Mondo, contribuisce ai trionfi della sua squadra. Fuori dalla pedana è come sempre un personaggio che veicola messaggi importanti e che sensibilizza la popolazione, un volto noto al grande pubblico che fa bene al nostro sport.

 

TERZO POSTO – FRANCESCO BOCCIARDO:

Letteralmente maestoso agli Europei di Dublino dove ha vinto addirittura tre ori (200 stile, 100 rana, 4×50) e due argenti (50 stile e 100 stile), issandosi a padrone indiscusso del nuoto paralimpico italiano. Il 24enne genovese, già Campione a Rio 2016 sui 400 stile, ha posto un nuovo sigillo nella sua eccezionale carriera e ha dato onore a tutto lo sport italiano.

 

QUARTO POSTO – FRANCESCA PORCELLATO:

La Rossa Volante ha battuto ancora un colpo, dopo il bronzo alle Paralimpiadi di Rio 2016 ha piazzato il magico sigillo trionfando ai Mondiali ribadendo di essere la grande stella azzurra dell’handbike: a 48 anni non smette mai di stupire e continua a regalare grandi emozioni con lo stesso entusiasmo di una ragazzina.

 

QUINTO POSTO – FEDERICO MORLACCHI:

Quattro medaglie d’oro e due bronzi agli Europei di nuoto paralimpico, il più medagliato della nostra spedizione insieme ad Antonio Fantin, un punto fermo della disciplina entro i nostri confini: quando scende in acqua si trasforma in un cannibale che lascia soltanto le briciole agli avversari, dominando in lungo e in largo da vero fuoriclasse qual è.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: FISPES

Lascia un commento

scroll to top