Lotta, Mondiali Under 23 Bucarest 2018: tutti i risultati della terza giornata. Italia ancora a secco di medaglie


Va in archivio la terza giornata dei Mondiali under 23 di lotta con le eliminatorie e le semifinali delle prime cinque categorie di peso della lotta femminile e con i ripescaggi e le finali delle ultime cinque categorie della greco-romana, dove nella categoria 97 kg Nikoloz Kakhelashvili, perde la finale per il bronzo e chiude quinto.

LOTTA GRECO-ROMANA

Nei 60 kg titolo al nipponico Kenichiro Fumita che batte l’azero Murad Mammadov, bronzo al turco Kerem Kamal ed all’iraniano Mehdi Seifollah Mohsen Nejad, mentre nei 67 kg l’oro va all’egiziano Mohamed Ibrahim Elsayed Ibrahi Elsayed, che supera l’azero Karim Jafarov, con i bronzi assegnati al magiaro Otto Losonczi ed al russo Alen Mirzoian. Nei 72 kg vittoria del turco Cengiz Arslan, che ha la meglio sul georgiano Ramaz Zoidze, sul gradino più basso del podio salgono il kazako Kaharman Kissymetov ed il magiaro Tamas Levai, mentre negli  82 kg il primo posto è del georgiano Gela Bolkvadze, che batte il il padrone di casa, il romeno Nicu Samuel Ojog, con i bronzi al bielorusso Mikita Klimovich ed all’iraniano Mahdi Asgar Ebrahimi, infine nei 97 kg la finale sorride al russo Aleksandr Golovin, che supera il magiaro Zsolt Toeroek, con le medaglie bronzo all’iraniano Ali Akbar Heidari ed al georgiano Giorgi Melia.

LOTTA FEMMINILE

Nei 50 kg la finale sarà tra la nipponica Miho Igarashi e la russa Nadezhda Sokolova, mentre l’atto conclusivo dei 55 kg opporrà la nipponica Saki Igarashi alla cinese Junling Ouyang. Nei 59 kg sfida per il titolo tra la cinese Ningning Rong e la norvegese Grace Jacob Bullen, mentre nei 68 kg l’oro sarà affare tra la cubana Yudari Sanchez Rodriguez e la nipponica Miwa Morikawa, infine nei 76 kg gradino più alto del podio in palio tra la turca Aysegul Ozbege e la cinese Paliha Paliha.





roberto.santangelo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Pagina Facebook Nikoloz Kakhelashvili

Lascia un commento

scroll to top