Karate, Angelo Crescenzo: “Vincere i Mondiali è stato un sogno. Ora riposo poi la corsa verso le Olimpiadi”


Angelo Crescenzo si è laureato Campione del Mondo di karate trai i 60 kg. L’azzurro ha compiuto una vera e propria impresa a Madrid dove è diventato il primo italiano capace di vincere il titolo iridato in questa categoria, assente alle Olimpiadi di Tokyo 2020 ma il campano potrà partecipare ai Giochi tra i 67 kg se sarà tra i primi due del ranking della 60 kg.

Il 25enne si è raccontato in un’intervista rilasciata al Corriere dello Sport: “Appena ho vinto la finale ho pensato di aver realizzato un sogno. Nel frattempo vedevo la gente esultare, urlare il mio nome. Sembrava un film. Ho iniziato a dieci anni. Prima di allora potevo solo accompagnare mio fratello Michele, di tre anni più grande, agli allenamenti allo Shirai Club di San Valentino Torio. Ero troppo piccolo, ma gioivo nel vedere quello sport. Poi finalmente è diventata la mia vita. Artefice di tutto è stato il maestro Antonio Califano“.


Al termine della gara il karateka ha mostrato un cuore: “Era rivolto a tutti quelli che mi sono stati vicino, ma soprattutto a chi non è potuto salire a Madrid. Sugli spalti c’era mio padre Sergio e un gruppetto di amici. Mia madre Maria purtroppo non poteva esserci ma è stata la prima a chiamarmi. Prima che lo smartphone esplodesse“. Sarno, in provincia di Salerno, è il paese natale di Angelo e la festa è stata enorme: “Lì è scoppiata una sorta di mania per il karate. Da quanto mi è stato detto, erano tutti a guardare la diretta su Internet. Tra me e la mia famiglia abbiamo condotto una massiccia campagna via social“.

Crescenzo ha parlato anche del futuro: “Adesso mi prendo una pausa, quest’anno è stato lungo. A dicembre dell’anno scorso preparavo gli Europei dove sono finito secondo. Finiti gli Europei mi sono messo sotto per i Mondiali. Negli ultimi sette mesi ho visto solo palestre, giusto qualche settimana di stop. Non so stare lontano dallo sport“.





Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: WKF

Lascia un commento

scroll to top