Boxe femminile, Mondiali 2018: Alessia Mesiano eliminata da Betrian ai quarti di finale, addio medaglie per la Campionessa


Alessia Mesiano si deve fermare ai quarti di finale dei Mondiali 2018 di boxe femminile che si stanno disputando a New Delhi (India) e deve dunque dire addio al sogno di difendere il titolo iridato che aveva conquistato due anni fa tra i pesi piuma (57 kg). L’azzurra, che in precedenza aveva avuto la meglio sull’insidiosa turca Esra Yildiz e sulla quotata irlandese Michaela Walsh, si è dovuta arrendere per split decision (4-1) al cospetto della temibile olandese Jemyma Betrian, classe 1991 fuoriclasse della kickboxing che aveva già dimostrato le sue ottime qualità nell’ottavo di finale contro la sudcoreana Im.


La 26enne laziale ha cercato di tenere testa alla rivale ma purtroppo non c’è stato nulla da fare e tornerà a casa senza una medaglia dopo essere salita sul podio più importante per due volte consecutive. Ora all’Italia resta soltanto la carta Flavia Severin che più tardi sarà impegnata nei quarti di finale della categoria +81 kg contro la turca Demir, le speranze di medaglia della nostra spedizione sono affidate esclusivamente alla veneta.

La tulipana risulta aggressiva fin dai primi istanti e mette pressione alla Campionessa del Mondo che cerca di difendersi e che sovente è costretta a legare. L’olandese porta colpi più precisi e incisivi, mentre la nostra portacolori cerca di rispondere in rimessa. Alessia prova a reagire ma il copione non cambia nel corso della seconda ripresa: la Betrian tiene agevolmente il centro del ring e si muove a proprio piacimento, impedendo all’azzurra di mettere in mostra il proprio pugilato. L’olandese controlla nel terzo round, Mesiano subisce anche un richiamo da parte dell’arbitro e deve purtroppo salutare la competizione.

 





Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: FPI

Lascia un commento

scroll to top