Judo, Mondiali junior 2018: eliminati al primo turno i quattro italiani impegnati nella prima giornata a Nassau


I Campionati del Mondo juniores 2018 di judo si aprono nel peggiore dei modi per la selezione italiana, con un bilancio di quattro sconfitte al primo turno e nessuna vittoria per Assunta Scutto e Sofia Petitto nei -48 kg femminili e per Biagio D’Angelo e Diego Rea nei -60 kg maschili. La rassegna iridata giovanile di Nassau (Bahamas), che si chiuderà domenica 21 ottobre con la gara a squadre mista, ha assegnato già quattro titoli nella giornata d’apertura: -44 e -48 kg femminili, -55 e -60 kg maschili. Le azzurre sono state sfortunate nel sorteggio e non sono riuscite a sovvertire un pronostico che le vedeva sfavorite (soprattutto Scutto) in entrambi gli incontri, mentre al maschile ci si attendeva di accedere al secondo turno con almeno uno dei due nostri portacolori.

Assunta Scutto è stata sconfitta dalla temibile giapponese Sana Yoshida, che successivamente ha inanellato altre tre vittorie contro Beder, Stojadinov e Martinez Abelenda per accedere alla finale, mentre Sofia Petitto ha avuto la peggio nella sfida d’esordio con l’iberica Mireia Lapuerta Comas (sconfitta da Stojadinov nella finale per il bronzo). Non ha deluso le grandi aspettative della vigilia l’ucraina Daria Bilodid, campionessa del mondo seniores in carica e dominatrice assoluta della categoria (48 kg) anche in ambito giovanile, infatti tutte le avversarie si sono dovute inchinare alla sua prepotenza fisica unita ad una classe davvero sopraffina. Bilodid è arrivata all’atto conclusivo a vele spiegate, e neanche Yoshida è riuscita a resistere all’ucraina per più di due minuti, dovendo arrendersi ad un uchi-mata spettacolare messo a segno dalla nuova stella delle categorie leggere del judo femminile.

Biagio D’Angelo (60 kg) è stato il primo degli italiani a rompere il ghiaccio con il tatami di Nassau ma si è fatto sorprendere dall’ostico turco Mihrac Akkus, reduce dal bronzo ottenuto agli ultimi Europei Juniores. L’ultimo judoka italiano in gara, Diego Rea, è stato estromesso dalla Pool D al primo turno per mano del moldavo Adil Osmanov in un combattimento molto complicato ma non impossibile da portare a casa. Il tabellone ha visto il dominio del Giappone con Genki Koga e Seishiro Konishi, i quali si sono sfidati in un atto conclusivo altamente spettacolare e senza esclusione di colpi in cui il primo ha prevalso con un waza-ari al Golden Score.

Di seguito, il riepilogo dei podi della prima giornata dei Mondiali Junior di judo 2018:

-44 kg F
1 Todokoro (Gia)
2 Bedioui (Tun)
3 Petit (Bel) e Arraes (Bra)

-48 kg F
1 Bilodid (Ucr)
2 Yoshida (Gia)
3 Stojadinov (Ser) e Martinez Abelenda (Spa)

-55 kg M
1 Aliyev (Aze)
2 Aghayev (Aze)
3 Ibragimov (Rus) e Handa (Gia)

-60 kg M
1 Koga (Gia)
2 Konishi (Gia)
3 Torres (Bra) e Papinashvili (Geo)





 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

erik.nicolaysen@oasport.it

Foto: Fijlkam

Lascia un commento

scroll to top