F1, GP Messico 2018: risultati e classifica prove libere 3. Max Verstappen ancora il migliore, Hamilton e Vettel inseguono, sorprende Leclerc

CLICCA QUI PER LA DIRETTA LIVE DELLE QUALIFICHE DI F1 DEL GP DEL MESSICO DALLE 20.00

E’ sempre Max Verstappen il più veloce a Città del Messico, sede del terzultimo round del Mondiale 2018 di Formula Uno. Il pilota olandese della Red Bull ha ottenuto il miglior tempo della terza sessione di prove libere, confermando quanto aveva già fatto ieri, precedendo di 254 millesimi la Mercedes di Lewis Hamilton e di 282 la Ferrari di Sebastian Vettel. Un turno influenzato dalle condizioni meteo che, inizialmente, hanno costretto le monoposto ai box per via delle condizioni da bagnato/umido. Da segnalare, altresì, il problema tecnico (idraulico) occorso a Valtteri Bottas (Mercedes) e l’ottimo sesto tempo finale del monegasco Charles Leclerc sull’Alfa Romeo-Sauber, a testimonianza della grande qualità del prossimo racing driver della Rossa. Hanno completato la top-5 Daniel Ricciardo (Red Bull) e Kimi Raikkonen (Ferrari).

30′ DI ATTESA – La pioggia caduta nelle ore che hanno preceduto l’inizio delle PL3 ha reso la pista umida/bagnata, non stimolando i team e i piloti a prendersi eccessivi rischi per cercare il tempo. Ferrari, Mercedes e Red Bull soprattutto attendono che le condizioni d’asfalto migliorino per favorire un aumento del grip sul circuito dedicato ai fratelli Hernandez.  Si assiste così ad un semplice installation lap con gomme intermedie, nel corso del quale Hamilton ne approfitta per salutare il pubblico.

VETTEL ON FIRE E BOTTAS FERMO – A rompere il silenzio ci pensa Alonso che, coraggiosamente, esce con le slick (hypersoft) ottenendo il crono di 1’21″213. L’uscita del campione spagnolo offre un riferimento a tutti che, poco dopo, lo imitano, iniziando la loro simulazione da qualifica. Vettel si prende la prima piazza con il tempo di 1’17″836 a precedere la Renault di Sainz Jr. (+0″550) e Leclerc (+0″597). Poco dopo arriva la Red Bull di Verstappen che si porta 82 millesimi da Seb, ma la vera notizia è la Mercedes di Bottas ferma per un problema idraulico sulla sua W09 Hybrid. Per quanto concerne Raikkonen, il finlandese è solo nono a 1″177 dal compagno di squadra, non godendo di un avantreno molto preciso.

VERSTAPPEN VOLAMad Max si scatena negli ultimi minuti regolando tutti: 1’16″284 per l’olandese che fa la differenza soprattutto nel secondo settore. Alle spalle dell’asso di Milton Keynes Hamilton (+0″254) e Vettel (+0″282), con il tedesco del Cavallino Rampante che nel suo tentativo trova traffico e commette un piccolo errore (bloccaggio) nell’ultimo tratto del circuito. A completare la top-5 il compagno di squadra di Verstappen, Ricciardo (+0″744) e Raikkonen (+0″761). Stupisce poi Leclerc che con l’Alfa Romeo-Sauber ottiene un signor sesto posto a 775 millesimi dalla vetta, dimostrando che il talento c’è tutto.

 

CLASSIFICA PROVE LIBERE 3 – GP MESSICO 2018 – FORMULA UNO

Pos. N. Pilota Team Distacco Tempo Giri
1 33 M. Verstappen (H) Red Bull 1’16″284 9
2 44 L. Hamilton (H) Mercedes +00″254 1’16″538 9
3 05 S. Vettel (H) Ferrari +00″282 1’16″566 11
4 03 D. Ricciardo (H) Red Bull +00″744 1’17″028 7
5 07 K. Raikkonen (H) Ferrari +00″761 1’17″045 16
6 16 C. Leclerc (H) Sauber +00″775 1’17″059 10
7 55 C. Sainz (H) Renault +01″052 1’17″336 11
8 10 P. Gasly (H) Toro Rosso +01″241 1’17″525 16
9 9 M. Ericsson (H) Sauber +01″281 1’17″565 12
10 27 N. Hulkenberg (H) Renault +01″339 1’17″623 10
11 31 E. Ocon (H) Force India +01″447 1’17″731 8
12 11 S. Perez (H) Force India +01″535 1’17″819 10
13 08 R. Grosjean (H) Haas +01″861 1’18″145 10
14 2 S. Vandoorne (H) McLaren +02″161 1’18″445 11
15 14 F. Alonso (H) McLaren +02″264 1’18″548 11
16 28 B. Hartley (S) Toro Rosso +02″353 1’18″637 10
17 35 S. Sirotkin (H) Williams +02″385 1’18″669 9
18 18 L. Stroll (H) Williams +02″414 1’18″698 8
19 77 V. Bottas (H) Mercedes +02″555 1’18″839 5
20 20 K. Magnussen Haas 1

 





 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE DELLA FORMULA UNO

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

FOTOCATTAGNI

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

MotoGP, GP Australia 2018: orario d’inizio e come vederlo in tv

Judo, Grand Slam Abu Dhabi 2018: LA RINASCITA di Odette Giuffrida! Vittoria sensazionale, battuta in finale la fuoriclasse Kelmendi!