Basket, Serie A 2018-2019: Milano e Venezia demoliscono Pistoia e Pesaro, Bologna vince ad Avellino, bene Trieste, Sassari e Torino

Pianigiani Simone Fenerbache vs Olimpia Milano 5th Edition Zadar Basketball Tournamet 2018 Zara (CRO), 22/09/2018 Foto A. Gilardi/Ag. Ciamillo Castoria


Si è conclusa la terza giornata di Serie A 2018-2019, che vede ora solamente due squadre a punteggio pieno: Milano e Venezia. L’Olimpia si è imposta al Mediolanum Forum contro Pistoia per 107-83 in un incontro letteralmente dominato dal terzo quarto in poi. MVP indiscusso Mindaugas Kuzminskas, autore di 20 punti in appena 17 minuti (8/11 al tiro). Match senza storia anche quello tra Venezia e Pesaro, concluso 97-62 per la Reyer, già avanti 27-9 nella prima frazione, che si è affidata alla giornata di grazia di Stefano Tonut, 22 punti e 5 assist per lui.

Bologna espugna un po’ a sorpresa il Palasport Del Mauro di Avellino dopo una partita dal sapore europeo molto emozionante, vinta con il risultato di 96-90. La Sidigas riscontra problemi nel trovare punti dalla panchina (tolto Keifer Sykes, solo 4 punti) e la Virtus ne approfitta grazie alle prestazioni da oltre 20 punti di Kevin Punter (23) e Tony Taylor (22). Soffre ma riesce a portare a casa la vittoria anche Sassari sul campo di Brindisi, nonostante i 33 punti con 5 triple messi a segno da Wes Clark per i pugliesi. Per Scott Bamforth e compagni si tratta del secondo centro in Serie A.

Nei restanti due scontri Trieste supera Brescia 90-86 e Torino si impone in casa di Reggiana 98-85. Non bastano alla Germani i 23 punti di Bryon Allen per superare il momento di crisi attuale (6 sconfitte nelle 7 partite stagionali), mentre i triestini ottengono il primo sigillo in campionato. Trova il jolly la Fiat Torino nel fortino della Grissin Bon: i ragazzi di Larry Brown, guidati dalla gran prova a tutto tondo di Tony Carr (20+6+5), superano una Reggiana mai mentalmente in gara.

 

 

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credits: Ciamillo

Lascia un commento

scroll to top