Basket, Champions League 2018-2019: Venezia comanda fin dall’inizio a Opava e fa tris. Haynes e Daye uomini della partita

Daye Austin Umana Reyer Venezia vs Unet Holon FIBA Basketball Champions League 2018/2019 Venezia, 17/10/2017 Foto A. Gilardi/Ag. Ciamillo-Castoria


Il percorso dell’Umana Reyer Venezia in Champions League continua a essere immacolato: la squadra di Walter De Raffaele si impone anche nella trasferta di Opava, battendo la formazione locale per 72-90 dopo aver guidato praticamente sempre le operazioni. Quattro gli uomini in doppia cifra per la Reyer: Austin Daye (16 punti, il migliore dei suoi), Stefano Tonut (15, metà dei quali nel finale), Haynes (20 con 5 triple di fila nel primo tempo), Watt (14). Per Opava, miglior realizzatore è Martin Gniadek con 17 punti.

Venezia comincia infilando nove dei primi quattordici tiri dal campo, prima servendo con continuità Vidmar sotto canestro, il che crea a Opava grossi problemi nel contenerlo, poi vedendosi accendere Marquez Haynes, che realizza quattro triple consecutive per il 12-25. Sirina, Kvapil e Svandrlik accorciano le distanze per i padroni di casa: a fine primo quarto Venezia è avanti 19-29.

La musica non cambia molto nei secondi dieci minuti, con la Reyer spinta fino al +18 (19-37) e poi +19 (25-44) da Watt e Mazzola. C’è spazio anche per una gran stoppata di Kyzlink su Klecka lanciato a canestro in campo aperto, ma Venezia, in generale, compie qualche distrazione di troppo, permettendo a Gniadek (7 dei 9 punti di Opava nel miniparziale) e Sirina di riavvicinare i padroni di casa sul 34-47. De Raffaele chiama time-out, dal quale gli ospiti escono riuscendo a tenere in mano l’incontro fino al 36-51 col quale si va all’intervallo.

Al ritorno in campo Venezia continua a tenere ben salde le mani sulla partita, da una parte con tripla di Haynes e un paio di schiacciate di Vidmar, dall’altra con un paio di palle recuperate da Julyan Stone vietate a parecchi. La Reyer si distrae un pochino sul 41-60, permettendo a Opava un parziale di 6-0 che riporta i cechi quasi entro un margine di contatto. Quando Kouril taglia in due il pitturato per trovare Bujnoch, la squadra di casa ritorna sotto di 11, ma a quel punto Tonut con un libero e una tripla, Daye con due liberi, Watt con un altro tiro da tre e De Nicolao con difesa e letture d’attacco giuste mettono la firma sul +20 Reyer: A dieci minuti dalla fine il tabellone dice 52-70 Venezia.

Klecka prova a spingere un ulteriore tentativo di rimonta della formazione ceca, portandola fino al 61-74, ma è ancora Haynes a infilare due canestri che segnano il nuovo +18 Reyer. La partita, di fatto, finisce qui, quando mancano cinque minuti alla conclusione effettiva. Watt e Tonut approfittano della situazione per condurre la propria squadra verso il punteggio finale di 72-90.

OPAVA-UMANA REYER VENEZIA 72-90

OPAVA – Dragoun 5, Kurecka, Klecka 12, Bukovjan, Svandrlik 9, Kvapil 4, Gniadek 17, Bujnoch 12, Kouril 3, Jurecka, Sirina 7, Slavik 3. All. Czudek

VENEZIA – Haynes 20, Stone, Bramos 7, Tonut 15, Daye 16, De Nicolao 2, Vidmar 8, Biligha 2, Giuri, Mazzola 6, Watt 14, Kyzlink. All. De Raffaele

 





 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL BASKET

federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credit: Ciamillo

Lascia un commento

scroll to top