Vuelta a España 2018: le pagelle dell’ultima tappa. Strepitosa volata di Elia Viviani, Peter Sagan nuovamente sconfitto


Elia Viviani cala il tris, ottenendo così il maggior numero di vittorie alla Vuelta a España 2018. Nonostante qualche problema organizzativo del treno Quick-Step Floors, la maglia tricolore brucia in rimonta Peter Sagan e Giacomo Nizzolo. Andiamo a scoprire i voti dei protagonisti della ventunesima e ultima tappa della Vuelta a España 2018.

PAGELLE VENTUNESIMA TAPPA VUELTA A ESPAÑA

Elia Viviani 10: la più bella vittoria delle tre ottenute in altrettante settimane. Ennesimo inconveniente della Quick-Step Floors, con Fabio Sabatini costretto a smettere di tirare perché il 29enne veronese non rientrava nel treno della formazione belga. Nonostante ciò il campione italiano compie una rimonta strepitosa, giungendo al traguardo a doppia velocità rispetto ai rivali, Sagan compreso. E con questa fanno diciotto nel 2018.

Peter Sagan 5,5: l’eterno sconfitto durante queste tre settimane. Vuoi per le condizioni fisiche inizialmente non ancora al top, vuoi per un Elia Viviani al limite dell’imbattibilità, vuoi per qualcuno che è riuscito ad anticipare il plotone. Dal campione del mondo ci saremmo aspettati la rivincita stasera, invece anche lui viene bruciato da Elia Viviani, nonostante fosse scattato nello stesso momento con almeno una ruota di vantaggio.

Giacomo Nizzolo 7: primo tra gli umani anche nell’ultima frazione della corsa a tappe iberica. Probabilmente parte in volata troppo presto e per questo motivo viene raggiunto e superato nel finale dalla maglia tricolore e dal campione iridato. Bilancio positivo per il 29enne della Trek-Segafredo, quinto piazzamento in top 10, terzo sul podio.

Danny Van Poppel 6: aveva cominciato bene l’olandese della Lotto NL-Jumbo, con due piazzamenti in top 3 dopo la prima settimana. In calo nelle due settimane successive, oggi invece conquista un discreto quarto posto, meglio rispetto agli ultimi sprint affrontati.

Marc Sarreau 6,5: il corridore della Groupama-FDJ eguaglia il miglior risultato personale in un grande giro, il quinto posto ottenuto 12 giorni fa sempre in volata. Il 25enne francese è apparso in netta crescita al termine delle sei settimane.

Simone Consonni 6,5: il 24enne della UAE Emirates chiude il suo primo grande giro con un altro piazzamento degno di nota, settimo. Terzo piazzamento tra i migliori dieci in tre settimane, possiede ancora grandi margini di miglioramento, chissà se il prossimo anno lo vedremo protagonista in un’altra corsa a tappe.





CLICCA QUI PER TUTTI GLI ARTICOLI SUL CICLISMO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

luca.montanari@oasport.it

Foto: Valerio Origo

Lascia un commento

scroll to top