Volley femminile, Mondiali 2018: le avversarie dell’Italia ai raggi X. Cina corazzata, la Turchia di Guidetti fa paura


L’Italia si sta avvicinando a grandi passi ai Mondiali 2018 di volley femminile che si disputeranno in Giappone dal 29 settembre al 20 ottobre. La nostra Nazionale si presenterà nel Sol Levante ricoprendo il ruolo di outsider, la classica mina vagante che può fare saltare il banco e che può provare a puntare alla Final Six. Le ragazze di Davide Mazzanti incominceranno la loro avventura nel girone con Cina, Turchia, Bulgaria, Canada e Cuba. Conosciamo più da vicino le nostre avversarie analizzandole ai raggi X.

 

CINA:

Le Campionesse Olimpiche sono le grandi favorite per la vittoria in questo girone e anche per il successo finale. Le asiatiche di Lang Ping, terze nell’ultima Nations League, si distinguono per le loro proverbiali difese e per i violenti attacchi del fenomeno Zhu Ting, micidiale schiacciatrice che riesce a fare sempre la differenza da vera fuoriclasse internazionale. Gong e Li sono le altre attaccanti che però possono essere contenute più facilmente, la regia di Ding è molto veloce e variegata dunque andrà tenuta particolarmente in considerazione. Attenzione massima ai primi tempi di Hu e Yan.

TURCHIA:

Sulla carta si gioca il secondo posto nel girone proprio con le azzurre. La compagine di Giovanni Guidetti, terza agli ultimi Europei e finalista perdente in Nations League, si distingue per la propria solidità e per l’estrema precisione in difesa, fondamentale di riferimento delle anatoliche nella tipica impostazione data dall’allenatore italiano alle sue squadre. La Turchia può contare su delle ottime individualità come l’opposto Meryem Boz, la schiacciatrice Hande Baladin, la centrale Eda Erdem, la palleggiatrice Cansu Ozbay: non sono dei fenomeni in senso assoluto ma inserite in questo contesto riescono sempre a mettersi in luce.

BULGARIA:

Le Verdi potevano essere un avversario insidioso per tutti come avevano dimostrato durante l’ultima rassegna continentale ma questa volta saranno assenti le tre grandi stelle: l’opposto Emiliya Nikolova Dimitrova, le schiacciatrici Dobriana Rabadzhieva ed Elitsa Vasileva. Chiaramente in questo modo il loro potenziale si riduce in maniera drastica e potrebbero davvero diventare un avversario molto agevole da affrontare per un debutto sulla carta alla portata delle azzurre.

CANADA:

Pochi considerano le ragazze della Foglia d’Acero ma la compagine guidata da Marcello Abbondanza non deve essere sottovalutata del tutto. Il coach italiano ha dato un’impostazione tattica interessante alle nordamericane che cercheranno di giocare una pallavolo molto ordinata e semplice per permettere alla palleggiatrice Megan Cyr di insistere sull’opposto classe 1999 Kiera Van Ryk, un piccolo annunciato fenomeno che cercherà di fare la differenza.

CUBA:

Le caraibiche sono ben lontane dalla corazzata di qualche anno fa, i bei tempi andati sono sempre più lontani e il ritorno a dei livelli interessanti sembra estremamente complesso. Sulla carta sono l’avversario più debole del girone, l’Italia non dovrebbe avere grossi problemi.

 





Foto: Valerio Origo

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

scroll to top