Serie A, Sampdoria-Inter 0-1. Brozovic fa decollare i neroazzurri al 94′, prima il VAR annulla due potenziali vantaggi degli ospiti


Succede davvero di tutto nel finale di partita allo stadio Luigi Ferraris di Genova, per il match della quinta giornata di Serie A tra Sampdoria e Inter. A decidere l’incontro ci pensa il neroazzurro Brozovic a pochi istanti dal termine della partita, pochi minuti dopo che venisse annullata una rete per parte. Ma andiamo con ordine.

Blucerchiati più pimpanti in avvio d’incontro, con Quagliarella che dopo poco più di venti secondi si presenta in rovesciata, ma Handanovic blocca con sicurezza. Padroni di casa ad elevata intensità nel primo quarto d’ora, mentre gli avversari faticano in fase di impostazione del gioco, salvandosi grazie ad un’ottima prova difensiva di Skriniar e Asamoah. Intanto dopo soli 15 giri di lancetta la Sampdoria costruisce già altre quattro conclusioni, ma senza mai impensierire particolarmente l’estremo difensore dell’Inter. L’inerzia del match varia dal 35° minuto, quando la formazione milanese comincia a prendere confidenza: Nainggolan riesce pure ad insaccare il pallone alle spalle di Audero con una conclusione angolatissima dal limite dell’area (siamo al 41′), ma la gioia del gol gli viene negata pochi istanti dopo dal VAR, che segnala un fuorigioco influente all’inizio dell’azione che aveva portato alla rete. La prima frazione di gioco finisce quindi sullo 0-0.

Nella ripresa l’Inter raccoglie le redini dell’incontro sin dal primo minuto. Il tecnico Spalletti sposta Candreva sulla fascia destra, e proprio da lì crea l’occasione più pericolosa fino a quel momento, un tiro a giro che si stampa sul palo. Pochi minuti dopo si mette in luce anche Icardi, grande ex di turno, con un colpo di testa propiziato dal cross dello stesso numero 87 neroazzurro, quest’ultimo rendendosi ancora una volta pericoloso sfruttando al volo il tocco morbido di Nainggolan, ma l’estremo difensore blucerchiato compie una prodezza istintiva.

Negli ultimi dieci minuti sembra che il risultato non voglia sbloccarsi, invece è proprio in quel lasso di tempo che accade di tutto. All’87esimo, dopo una grande occasione da rete sui piedi di Quagliarella, sul cambio di fronte Asamoah pare aver realizzato il gol decisivo, con un missile rasoterra dalla distanza servito da una palla vagante di D’Ambrosio, tuttavia il VAR riporta il punteggio sullo 0-0: prima che il terzino destro effettuasse il cross basso infatti la sfera avrebbe oltrepassato la linea di fondo.

La formazione ospite rischia clamorosamente la beffa dopo aver dominato per gran parte dei 45 minuti del secondo tempo ed essere passata potenzialmente in vantaggio due volte, quando due minuti dopo Defrel si trova a tu per tu con Handanovic e lo supera, ma il guardalinee stavolta alza la bandierina nel momento in cui l’attaccante blucerchiato insacca: è il terzo gol annullato nel corso del match. Il quarto uomo segnala cinque minuti di recupero, è un totale assalto da parte dei neroazzurri: al quarto Brozovic con una diagonale supera tutta la difesa scavalcando anche Audero, la palla finisce in rete e stavolta non serve la moviola per convalidare. L’Inter trova il secondo successo in campionato e sale a 7 punti in classifica, gli stessi dei blucerchiati, che rimediano la prima sconfitta stagionale tra le mura amiche. Ma attenzione nei prossimi giorni alla prova tv, che potrebbe scagionare oppure squalificare per qualche giornata Luciano Spalletti, espulso per aver esultato veemente davanti al quarto uomo dopo la siglatura definitiva.





CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL CALCIO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

luca.montanari@oasport.it

Foto: Gianfranco Carozza

Lascia un commento

scroll to top