Mountain bike, Mondiali 2018: Loic Bruni e Rachel Atherton conquistano il titolo nella downhill. Giacomo Masiero sesto tra gli Junior


Cala il sipario sui Mondiali di mountain bike di Lenzerheide (Svizzera). Nell’ultima giornata di gare si sono assegnati i titoli della downhill sia a livello Elite che Junior, con i favoriti che hanno rispettato il pronostico. Andiamo quindi a scoprire tutti i risultati.

Al maschile il francese Loic Bruni difende il titolo. Il 24enne di Nizza si conferma il più forte, portando a casa il terzo titolo in quattro anni, dopo quelli del 2015 e 2017. Bruni si è imposto in finale con il tempo di 2:55.114 davanti per soli 213 millesimi al sorprendente belga Martin Maes. Medaglia di bronzo, con un distacco di 305 millesimi, per il britannico Danny Hart. Tutti lontani dai vertici i tre azzurri in gara. Il migliore è Johannes Von Klebelsberg, che chiude in 34ma posizione con un ritardo di 8.086 dalla testa. Loris Revelli è invece 50° a 12.841, mentre Francesco Colombo è 52° a 13.235.

Tra gli Junior titolo al britannico Kade Edwards con il tempo di 3:03.225. Alle sue spalle si piazzano l’australiano Kye A’hern a 4.410 e il canadese Elliot Jamieson a 5.438. Ottima prova del nostro Giacomo Masiero che chiude in sesta posizione con un ritardo di 6.289 dalla vetta.  Lontani invece gli altri azzurri con Hannes Alber 23° a oltre 13” e Stefano Introzzi 35° a 19”.

Nella gara femminile doppietta della Gran Bretagna con Rachel Atherton che domina la finale e batte la connazionale Tahnee Seagrave. Atherton dopo la vittoria della Coppa del Mondo, ha confermato la propria superiorità anche sul tracciato di Lenzerheide e va a conquistare il quinto titolo iridato in carriera, tornando sul gradino più alto del podio dopo due anni. La 30enne di Salisbur si è imposta nettamente con il tempo di 3:15.738, davanti di 9.983 a Seagrave. Medaglia di bronzo invece per la francese Myriam Nicole a 10.676, che sale sul podio per il terzo anno consecutivo.

Prova sottotono invece delle azzurre. Eleonora Farina, quarta nella scorsa edizione, non trova il giusto feeling con il percorso e chiude in 17ma posizione con oltre 33” di ritardo. Poco dietro troviamo poi Veronika Widmann, 20ma a 38”. Infine nella gara Junior trionfo dell’austriaca Valentina Holl che domina la finale in 3:39.726 davanti alla statunitense Anna Newkirk (a 10.881) e alla norvegese Mille Johnset (a 16.694).

CLICCA QUI PER TUTTI GLI ARTICOLI SUL CICLISMO

 





 

alessandro.farina@oasport.it

Twitter: @Alefarina18

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Di Lapierrebikes (Opera propria) [CC BY-SA 4.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0)], attraverso Wikimedia Commons

Lascia un commento

scroll to top