Vela, Mondiali 2018: Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò iniziano con un secondo posto nella classe 470!


Sono iniziate oggi le prime regate dei Mondiali di Aarhus, in Danimarca. Una rassegna importante, perché riunisce tutte le classi olimpiche in quello che di fatto è il primo evento di qualificazione per Tokyo 2020. Nella prima giornata di gare il vento si è fatto attendere, poi ha consentito nel pomeriggio alle classi 470 e Finn di scendere in acqua.

Nel doppio maschile ottima partenza di Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò, che nell’unica regata disputata si sono piazzati in seconda posizione, alle spalle dei greci Panagiotis Mantis e Pavlos Kagialis, che comandano la classifica generale insieme ai favoriti svedesi Anton Dahlberg e Fredrik Bergstrom. Una bella partenza per il duo azzurro, anche in chiave olimpica, perché la competizione assegna il pass alle prime otto nazioni e la concorrenza è altissima.

Se Ferrari e Calabrò hanno iniziato con il piede giusto, lo stesso non si può dire di Matteo Capurro e Matteo Puppo, che hanno concluso la prova di giornata in 32esima posizione. Meglio di loro, con un 18° posto, Marco e Luca D’Arcangelo.

Le donne sono riuscite, invece, a disputare due prove ma qui non ci sono buone notizie per l’Italia. Il miglior equipaggio azzurro è quello di Elena Berta e Bianca Caruso, in 19esima posizione con un parziale di 17-22. Poco più indietro Benedetta Di Salle e Alessandra Dubbini, 23esime, brave a riscattare con il nono posto il 37° della prima regata. Più attardate Ilaria Paternoster e Sveva Carraro, al 31° posto della classifica generale della prima giornata dopo un 28° e un 32° piazzamento. La classifica, che qualificherà le prime otto nazioni a Tokyo, è guidata dalle francesi Camille Lecointre e Aloise Retornaz, prime con 8 punti e un parziale di 2-6, davanti alle giapponesi Ai Kondo Yoshida e Miho Yoshioka (13, 12-1) e alle svizzere Linda Fahrni e Maja Siegenthaler (15, 8-7).

Una sola regata per la classe Finn. A comandare la classifica sono il brasiliano Jorge Zarif e il croato Josip Olujic, che hanno primeggiato nelle rispettive flotte (blu e gialla). Anche in questo caso la classifica premia le prime otto nazioni con il pass olimpico: l’Italia parte da dietro, perché Alessio Spadoni, unico rappresentante azzurro dopo il forfait di Federico Colaninno per problemi di salute, si è classificato 17° quest’oggi.

 




 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS DI VELA

alessandro.tarallo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: profilo Twitter Marina Militare

Lascia un commento

scroll to top