Show Player

Wimbledon 2018: Fabio Fognini sonnecchia nel primo set, poi si sbarazza di Taro Daniel. Ora il derby con Simone Bolelli!



Fabio Fognini è al secondo turno di Wimbledon dopo aver battuto in quattro set Taro Daniel, 3-6 6-3 6-3 6-3. Il giapponese, che in Davis a febbraio lo aveva portato fino al quinto set, stavolta lo ha impensierito solo in avvio, prima che il ligure si svegliasse, ingranasse la marcia superiore e imponesse la sua legge, pur in un match giocato in maniera tutt’altro che perfetta. L’importante, però, era passare il turno: perché era il primo match sull’erba quest’anno, dopo il riposo per l’infortunio a Parigi, e perché ora Fabio potrà giocarsi il derby tricolore con Simone Bolelli al secondo turno.

Match tutt’altro che perfetto, cominciato in salita, con due break subiti nei primi due turni di battuta da parte di Fabio. La prima ha fatto i capricci, nel primo set e in generale nella partita (43% in avvio, poi 54% a fine partita), con più di un doppio fallo di troppo. Daniel si è limitato a fare il suo, portandosi in vantaggio e concedendo poi poco al servizio (tre punti in tre game), fino al 6-3.

Loading...
Loading...

Lo svantaggio ha quindi svegliato Fabio, che ha cominciato a prendere le misure al suo avversario, al campo e soprattutto alla superficie. Le percentuali al servizio si sono alzate (16/17 con la prima nel secondo set) e di conseguenza il punteggio ha cominciato a sorridergli. Soprattutto, sono cominciati a fioccare i vincenti, 55 a fine match, contro i 16 del suo avversario. I break sono arrivati nel quarto game del secondo set, poi in avvio di terzo. Un vantaggio che si è presto ampliato, prima che Fabio balbettasse proprio nel momento di mettere la freccia, avanti 5-2 e servizio. Solo un inciampo, però, prima di riprendersi il break (il quinto dei sei totali) e quindi il terzo set.

La partita si è quindi messa in discesa. Fabio ha strappato una volta di più il servizio al suo avversario nel quarto parziale, chiudendo poi senza difficoltà. Un buon debutto per Fognini, che l’opportunità di far strada a Wimbledon ce l’ha. Il prossimo ostacolo, però, sarà l’amico e compagno di doppio Bolelli.

 





 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL TENNIS

alessandro.tarallo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Alessio Marini

Loading...

Lascia un commento

scroll to top