Seguici su

Senza categoria

Scherma, Mondiali 2018: i favoriti del fioretto. Grande concorrenza per la medaglia d’oro

Pubblicato

il

Se tra le donne c’è una grande favorita, nell’individuale di fioretto maschile agli ormai imminenti Mondiali di Wuxi regna una grande incertezza su chi possa salire sul gradino più alto del podio. Sono davvero tanti coloro che possono ambire alla medaglia d’oro e tutto fa pensare ad una gara molto bella ed incerta.

Il ranking mondiale pone in prima posizione l’americano Race Imboden, che ha anche appena vinto i campionati panamericani a L’Avana ed in questa stagione ha trionfato anche nella tappa di casa ad Anaheim. Stati Uniti che sono super favoriti nella prova a squadre e che nell’individuale possono sognare la doppietta con Alexander Massialas, vice campione olimpico e vincitore del Grand Prix di Torino in questa stagione.

In quella finale olimpica Massialas fu sconfitto da Daniele Garozzo, che cercherà in terra cinese di mettersi al collo l’unico oro individuale che manca alla sua bacheca. Una stagione travagliata per il siciliano a causa di un problema di salute che lo ha condizionato per alcuni mesi, ma il nativo di Acireale arriva in buonissima forma alla rassegna iridata dopo l’argento conquistato agli Europei di Novi Sad a giugno dopo aver perso la finale contro il russo Alexey Cheremisinov (altro favorito) solo all’ultima stoccata.

La pattuglia azzurra, però, in Cina non è composta solo da Garozzo, ma anche da altri tre atleti che possono ambire al podio e anche alla vittoria. Alessio Foconi si presenta da numero due del mondo e con la voglia di riscattare un Europeo che lo ha deluso un po’ per la gara individuale. Il fiorettista di Terni è reduce dalla miglior stagione della carriera con quattro piazzamenti sul podio, tra cui la vittoria a Parigi. In pedana ci saranno anche due veterani come Giorgio Avola, bronzo europeo in carica, ed Andrea Cassarà, quest’ultimo che si presenta da numero cinque del mondo e con ambizioni molto importanti.

Già detto di Cheremisinov, anche la Russia schiera una formazione molto competitiva, vista la presenza di Timur Safin e del campione in carica Dmitry Zherebchenko. Altro possibile favorito il britannico Richard Kruse, numero quattro del ranking e vincitore in questa stagione a Il Cairo e a Shanghai.

Attenzione poi agli asiatici ed in particolare ai fiorettisti giapponesi, che lo scorso anno a Lipsia furono protagonisti di una super gara con l’argento di Toshiya Saito e il bronzo di Takahiro Shikine.

 





 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Federscherma Bizzi/Trifiletti

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *