Show Player

Giro del Delfinato 2018: Julian Alaphilippe implacabile, Gianni Moscon maglia gialla! Vincenzo Nibali si stacca nel finale



La quarta tappa del Giro del Delfinato 2018 vede trionfare Julian Alaphilippe. Il corridore francese si è imposto a Lans-en-Vercors, primo arrivo in salita di questa edizione, battendo allo sprint l’irlandese Daniel Martin, il britannico Geraint Thomas e il transalpino Romain Bardet. In classifica generale balza al comando il nostro Gianni Moscon, che oggi ha chiuso in nona posizione e va a vestire così la Maglia Gialla.

Partenza a tutta del gruppo, che non concede nulla agli attaccanti e va a ricucire prontamente su ogni tentativo. Nella prima ora di corsa vengono percorsi 52 km e nessuno riesce a fare la differenza. Poco dopo il gruppo principale si spezza in più parti e al comando restano solo una trentina di unità, ma la situazione torna nella normalità in un paio di chilometri grazie al grande lavoro da dietro della AG2R. Dopo 80 km riesce finalmente a prendere il largo la fuga, formata da otto corridori: Dario Cataldo (Astana), Lukas Pöstleberger (Bora-Hansgrohe), Jens Keukeleire (Lotto-Soudal), Edvald Boasson Hagen (Dimension Data), Odd Christian Eiking (Wanty-Groupe Gobert), Arnaud Courteille (Vital Concept), Simon Clarke (Education First) e Bryan Coquard (Vital Concept).

Loading...
Loading...

Sulla salita di hors hatégorie del Col du Mont Noir esplode il gruppo di testa. Il primo ad attaccare in testa è Eiking, che poco dopo viene ripreso da Cataldo. Il corridore abruzzese aumenterà poi ulteriormente il ritmo e resterà solo al comando. Nel frattempo dal gruppo escono Edward Ravasi (UAE) e Ian Boswell (Katusha) che insieme a Clarke provano a riportarsi sulla testa. Cataldo passa quindi primo al GPM e andrà così a vestire la maglia a pois. Il gruppo, tirato dagli uomini del Team Sky, transita invece con un ritardo di 2’30”. Nella successiva discesa un forte acquazzone fa rallentare il gruppo, con il vantaggio di Cataldo che supera i 3′. A 15 km dal traguardo il plotone riprende gli altri fuggitivi e si lancia così verso l’inseguimento dell’abruzzese. Ai -11 km parte all’attacco Nicolas Edet (Cofidis), che verrà ripreso dopo 6 km.

Sulla salita finale di Lans-en-Vercors il gruppo principale cambia totalmente ritmo. Nell’ultimo chilometro si muovono i big e i sogni di gloria di Cataldo si infrangono a 300 metri del traguardo quando viene ripreso e saltato. Quattro corridori si vanno a giocare la vittoria allo sprint, con Julian Alaphilippe (Quick-Step Floors), che si impone nettamente davanti a Daniel Martin (UAE-Team Emirates), Geraint Thomas (Team Sky) e Romain Bardet (AG2R La Mondiale). Grande prova anche di Gianni Moscon, che si gestisce al meglio nel finale e chiude con soli 8” di ritardo dalla testa e balza così al comando della classifica generale, che ora guida con 6” sui compagni di squadra Michal Kwiatkowski e Thomas. La prima tappa di montagna respinge invece Vincenzo Nibali (Bahrain Merida) che si stacca sull’ascesa conclusiva e chiude 26° a 32”.

 

CLICCA QUI PER TUTTI GLI ARTICOLI SUL CICLISMO

 





 

alessandro.farina@oasport.it

Twitter: @Alefarina18

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Valerio Origo

Loading...

Lascia un commento

scroll to top