Canoa velocità, Europei 2018: Carlo Tacchini centra un’altra finale! Anche i fratelli Craciun in lotta per le medaglie, fuori gli altri azzurri


L’Italia centra altre due finali nella canadese agli Europei 2018 di canoa velocità, in corso di svolgimento a Belgrado (Serbia). Nella sessione pomeridiana della prima giornata superano le semifinali Carlo Tacchini e i fratelli Craciun. Andiamo quindi a scoprire nel dettaglio tutti i risultati.

Carlo Tacchini conferma tutto il suo talento e, dopo aver centrato stamane la finale nel C1 1000 metri, si ripete anche questo pomeriggio e lotterà per le medaglie anche sui 500 metri. Il 23enne verbanese, vicecampione iridato su questa distanza, dopo aver chiuso la propria batteria al secondo posto, ha realizzato il terzo tempo in semifinale, ottenendo così il pass per la finale. L’azzurro ha fatto segnare il tempo di 1:57.472, peggiore di 0.9 dell’ucraino Rybachok e di 1.6 del bielorusso Piatrou.

Rispettano le aspettative anche Sergiu e Nicolae Craciun, che volano in finale nel C2 500 metri. La coppia azzurra dopo aver chiuso al quarto posto le batterie, si è riscatta in semifinale facendo registrare il secondo tempo a soli 583 millesimi dalla Bielorussia. I fratelli Craciun proverranno quindi a ripetere l’impresa dei Mondiali di Racice, dove conquistarono la medaglia di bronzo.

Si ferma invece in semifinale il cammino degli altri azzurri. Sfuma per un soffio la finale per Tommaso Freschi nel K1 500 m, che chiude al quarto postoa 1.279 dall’ucraino Kukharyk e si deve accontentare della finale B, dove lotterà per un piazzamento. Finale B anche per Samuele Burgo nel K1 1000 m, che chiude al settimo posto con un ritardo di 4.287 dal ceco Josef Dostal.

Nel K4 500 m maschile l’Italia non riesce a bissare la finale dello scorso anno, con l’equipaggio formato da Alessandro Gnecchi, Andrea Schera, Nicola Ripamonti e Mauro Crenna che chiude al sesto posto a 1.180 dalla Russia e viene quindi eliminato. Stesso copione anche al femminile dove Sofia Magali Campana, Irene Burgo, Cristina Petracca e Agata Fantini sono seste a 2.400 dalle russe. Nulla da fare nemmeno nel K2 1000 m dove la coppia azzurra formata da Giulio Dressino e Luca Beccaro viene eliminata dopo il sesto posto a 4.153 dai francesi Beaumont/Carre e non potrà quindi migliorare il settimo posto dell’ultima edizione.

CLICCA QUI PER TUTTI GLI ARTICOLI SULLA CANOA

 





 

alessandro.farina@oasport.it

Twitter: @Alefarina18

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

scroll to top