Equitazione, FEI World Cup 2018: Elizabeth Madden trionfa a Parigi! Sul podio Devin Ryan ed Henrik von Eckermann

Elizabeth Madden in trionfo a Parigi nella finale della Longines FEI World Cup 2017-2018 di Salto Ostacoli. L’amazzone statunitense ha coronato nell’ultima prova un successo costruito sin dalle prime due prove e suggellato da un ultimo round in cui la gestione impeccabile della tensione nervosa ha fatto la differenza in favore della fuoriclasse made in USA.

La Madden, in sella a Breitling LS, ha accumulato appena 4 penalità totali alla fine delle tre prove della finale, chiudendo l’ultimo tracciato in 67”31 e resistendo al tentativo di rimonta dello straordinario connazionale Devin Ryan, che ha sfiorato sorprendentemente l’impresa in sella a Eddie Blue, chiudendo l’ultima prova senza errori e accumulando appena 6 penalità complessive.

A completare il podio ci ha pensato lo svedese Henrik von Eckermann, che ha accumulato 8 penalità in sella a Toveks Mary Lou, di cui 4 nell’ultima decisiva prova, senza le quali avrebbe insidiato il primato della Madden. Parla ancora statunitense, dunque, la finale della FEI World Cup, che un anno fa vide trionfare McLain Ward, stavolta rimasto ai piedi del podio con 16 penalità totali e un tempo di 65”72 in sella a HH Azur, quanto basta per tenersi alle spalle il belga Olivier Philippaerts, quinto con H&M Legend of Love, anch’egli gravato da 16 penalità complessive, come lo spagnolo Eduardo Alvarez Aznar, sesto con Rokfeller de Pleville Bois Margot, e il colombiano Carlos Enrique Lopez Lizarazo, settimo in sella ad Admara.

Pesa come un macigno il flop della seconda prova per il tedesco Daniel Deusser, soltanto ottavo con 18 penalità in sella a Cornet d’Amour, mentre il belga Pieter Devos con Espoir e lo svizzero Steve Guerdat con Bianca chiudono la top ten nel giorno del trionfo di Beezie Madden, che aggiunge un altro risultato di grande prestigio ad una carriera da sballo con ben 4 medaglie olimpiche e 4 podi iridati.





mauro.deriso@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Facebook Beezie Madden

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tennis, Masters 1000 Montecarlo 2018: Andreas Seppi e Marco Cecchinato superano le qualificazioni e accedono al tabellone principale

Ginnastica, Trofeo di Jesolo 2018: Elisa Iorio in trionfo, che doppietta d’oro alle parallele! Emma Malabuyo super al libero