Pattinaggio artistico, Olimpiadi Invernali PyeongChang 2018: questa notte al via lo short delle coppie di artistico. Della Monica-Guarise e Marchei-Hotarek pronti a brillare


Archiviata la pratica del Team Event, chiusa dalla squadra italiana al quarto posto, gli atleti azzurri di pattinaggio artistico sono pronti scendere sul ghiaccio della Gangneung Ice Arena di PyeongChang per le competizioni di specialità dei XXIII Giochi Olimpici Invernali. La prima gara sarà quella delle coppie di artistico, dove i colori azzurri saranno rappresentati da Nicole Della Monica-Matteo Guarise e da Valentina Marchei-Ondrej Hotarek, due coppie con una storia e uno stile di pattinaggio differenti esplose artisticamente in contemporanea in questa stagione.

Nicole Della Monica e Matteo Guarise arrivano alla gara di specialità dopo aver partecipato (commettendo delle piccole sbavature) ad un primo segmento di gara del Team Event molto difficile, caratterizzato dalla presenza di quasi tutte le coppie di vertice, chiuso in settima posizione. In questa annata gli atleti allenati da Cristina Mauri e Nina Mozer hanno comunque dimostrato una grande crescita dal punto di vista tecnico ma soprattutto un cambio radicale all’approccio alla gara; la loro stagione è subito iniziata con una prestazione importante al Finlandia Trophy ed è stata coronata con la terza posizione conquistata alla tappa francese del circuito Grand Prix, l’Internationaux De France 2017, salvo perdersi leggermente agli ultimi Campionati Europei commettendo degli errori insoliti in particolare nel programma libero, posizionandosi al sesto posto. L’obiettivo per questa Olimpiade per gli azzurri sarà quello di raggiungere, e, se possibile superare, quota 200 punti, risultato ampiamente nelle gambe degli atleti che, nonostante i buoni risultati, ancora non sono riusciti a esprimere al meglio il loro talento; per raggiungere quota 200 occorrerà eseguire entrambi i segmenti senza commettere nessun errore di rilievo. Per quanto riguarda lo short program, in programma questa notte a partire dalle ore 2:00, gli atleti azzurri pattineranno sulle bellissime musiche del “Magnificat” di Mina, programma elegantissimo ed espressivo coreografato da Raffaella Cazzaniga e Giuseppe Arena; il layout degli atleti, salvo sorprese, prevede come primo elemento il triplo salchow in parallelo, seguito dal triplo twist e dal triplo ritberger lanciato; conclusi i primi tre elementi la coppia eseguirà il sollevamento gruppo 3, la spirale della morte per poi concludere il programma con la sequenza di passi e la trottola d’incontro.

Valentina Marchei e Ondrej Hotarek giungono alla gara di specialità galvanizzati dalla mostruosa prestazione effettuata nel programma libero del Team Event, in cui hanno ottenuto il nuovo primato personale e record italiano nel segmento di 138.44 punti, scrivendo così fin da subito nuove pagine della loro favola sportiva, iniziata nell’estate del 2014 quasi per gioco e diventata tremendamente seria una volta trovato il giusto feeling e raggiunti rapidamente i primi risultati. Come nel caso di Della Monica-Guarise questa stagione ha segnato per Marchei-Hotarek l’anno della consacrazione. Dopo una partenza “diesel” contrassegnata di risultati altalenanti, gli atleti allenati da Franca Bianconi hanno messo il turbo realizzando una performance spaziale agli ultimi Campionati Europei di Mosca, in cui hanno conquistato la quinta piazza con il nuovo punteggio personale di 204.20. L’obiettivo olimpico di Valentina e Ondrej è esattamente lo stesso di tutte le altre gare: pattinare al meglio coinvolgendo il più possibile il pubblico, cercando di superare i propri limiti gara dopo gara. Marchei-Hotarek pattineranno il loro short program energico e spumeggiante sulle note deTu vo fa l’americano” di Renato Carosone, coreografato da Massimo Scali (danzatore sul ghiaccio medaglia di bronzo ai Campionati Del Mondo di Torino nel 2010 in coppia con Federica Faiella) e da Corrado Giordani. Come nel caso di Nicole e Matteo la coppia inizierà la sua performance eseguendo il triplo salchow in parallelo seguito poi dal triplo twist e dal salto lanciato (in questo caso triplo lutz), per poi passare al sollevamento del gruppo tre, la spirale della morte e la trottola d’incontro, lasciando per ultimo elemento la divertentissima e complessa serie di passi che chiuderà il programma.

La gara delle coppie di artistico inizierà alle ore 2:00 di Mercoledì 14 Gennaio. Sia Della Monica-Guarise che Marchei Hotarek scenderanno sul ghiaccio nel penultimo gruppo di lavoro, rispettivamente (salvo imprevisti) alle 4:40 e alle 5:00 (ora italiana).

CLICCA QUI PER IL MINISITO SULLE OLIMPIADI INVERNALI DI PYEONGCHANG 2018

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Valerio Origo

Lascia un commento

scroll to top