Judo, Grand Slam Düsseldorf 2018: ottime prestazioni senza medaglie per Nicholas Mungai e Giuliano Loporchio nell’ultima giornata


Terzo appuntamento annuale con il World Tour, la tappa tedesca del calendario internazionale è stata da quest’anno promossa al massimo livello: in questo fine settimana stiamo assistendo dunque al Grand Slam di Düsseldorf 2018 (fino allo scorso anno il torneo era classificato come Grand Prix). Nella terza ed ultima giornata di combattimenti abbiamo visto all’opera gli atleti delle cinque categorie di peso più elevate (78 kg e +78 kg per le donne, 90 kg, 100 kg e +100 kg per gli uomini).

90 KG UOMINI

Medagliato d’argento al Grand Prix di Tbilisi dello scorso anno, il ventunenne russo Mikhail Igolnikov ha conquistato la sua prima vittoria in un torneo del World Tour, sconfiggendo il campione olimpico della categoria, il giapponese Mashu Baker, per ippon. Ottima prestazione dell’azzurro Nicholas Mungai, che ha sconfitto il rumeno Eduard Serban (waza-ari ed ippon) ed il tedesco Tim Schmidt (waza-ari), prima di imbattersi nell’ippon di Baker. Inserito nel tabellone dei ripescaggi, Mungai ha sconfitto il russo Dmitry Dovgan per ippon, prima di cedere per waza-ari al numero uno del seeding, lo spagnolo Nikoloz Sherazadishvili, chiudendo quinto. Medaglia di bronzo anche per il mongolo Altanbagana Gantulga, che ha sconfitto per waza-ari il tagiko Komroshokh Ustopiriyon.

-90 kg
1. IGOLNIKOV, Mikhail (RUS)
2. BAKER, Mashu (JPN)
3. GANTULGA, Altanbagana (MGL)
3. SHERAZADISHVILI, Nikoloz (ESP)
5. MUNGAI, Nicholas (ITA)
5. USTOPIRIYON, Komronshokh (TJK)
7. DOVGAN, Dmitry (RUS)
7. DUDA, Davis (LAT)

78 KG DONNE

Torna alla vittoria la giapponese Ruika Sato, già due volte medagliata d’oro al Grand Slam di Tokyo in passato nel 2013 e nel 2016. La venticinquenne si è imposta riuscendo a sconfiggere la campionessa mondiale in carica, la brasiliana Mayra Aguiar, costretta ad accumulare tre shido. Numero uno del tabellone, la britannica Natalie Powell si è arresa in semifinale alla futura vincitrice del torneo, ma ha poi saputo rifarsi conquistando il bronzo con un waza-ari ai danni dell’olandese Karen Stevenson. Sul podio troviamo anche la slovena Klara Apotekar, che ha avuto la meglio sulla russa Aleksandra Babintseva (terzo shido al golden score).

-78 kg
1. SATO, Ruika (JPN)
2. AGUIAR, Mayra (BRA)
3. APOTEKAR, Klara (SLO)
3. POWELL, Natalie (GBR)
5. BABINTSEVA, Aleksandra (RUS)
5. STEVENSON, Karen (NED)
7. ANTOMARCHI, Kaliema (CUB)
7. MALZAHN, Luise (GER)

100 KG UOMINI

Continua l’ascesa del georgiano Varlam Liparteliani tra i 100 kg: dopo il successo del World Masters di San Pietroburgo, il ventottenne ha conquistato la sua seconda medaglia d’oro in questa divisione di peso, sconfiggendo per ippon Benjamin Fletcher, il britannico passato a rappresentare negli ultimi mesi la nazionale irlandese, e confermando i pronostici della vigilia. Il russo Niiaz Bilalov ha conquistato la medaglia di bronzo con un waza-ari al golden score ai danni del mongolo Otgonbaatar Lkhagvasuren, mentre il portoghese Jorge Fonseca ha battuto per ippon il belga Toma Nikiforov, argento ai Mondiali Open. L’azzurro Giuliano Loporchio ha compiuto una vera impresa battendo il giapponese Ryunosuke Haga, già campione mondiale, con un rapido ippon, per poi infliggere un waza-ari al tedesco Philipp Galandi e venire eliminato da un ippon del già citato Fonseca.

-100 kg
1. LIPARTELIANI, Varlam (GEO)
2. FLETCHER, Benjamin (IRL)
3. BILALOV, Niiaz (RUS)
3. FONSECA, Jorge (POR)
5. LKHAGVASUREN, Otgonbaatar (MGL)
5. NIKIFOROV, Toma (BEL)
7. GASIMOV, Elmar (AZE)
7. SAVYTSKIY, Anton (UKR)

+78 KG DONNE

Prosegue la lunga serie di vittorie per la giapponese Sarah Asahina, che si è imposta negli ultimi cinque Grand Slam ai quali ha partecipato, comprese due vittorie a Tokyo ed una a Parigi. La ventunenne, campionessa mondiale Open, ha dovuto però attendere il golden score per venire a capo della tunisina Nihel Cheikh Rouhou, costringendola ad un terzo shido. Medaglia di bronzo per l’ucraina naturalizzata azerbaigiana Iryna Kindzerska, che ha a sua volta costretto ai tre shido la bosniaca Larisa Cerić, e per la sudcoreana Kim Ha-Yun, vincitrice con la stessa modalità sulla tedesca Samira Bouizgarne.

+78 kg
1. ASAHINA, Sarah (JPN)
2. CHEIKH ROUHOU, Nihel (TUN)
3. KIM, Hayun (KOR)
3. KINDZERSKA, Iryna (AZE)
5. BOUIZGARNE, Samira (GER)
5. CERIC, Larisa (BIH)
7. KALANINA, Yelyzaveta (UKR)
7. KUELBS, Jasmin (GER)

+100 KG UOMINI

Finale a sorpresa nella categoria dei pesi massimi, dove per la prima volta non ci sono stati vincitori, secondo l’applicazione del nuovo regolamento. I due giapponesi qualificati per l’atto conclusivo, Hisayoshi Harasawa e Takeshi Ojitani, sono stati infatti entrambi penalizzati tre volte per scarsa combattività: di conseguenza, sono state assegnate due medaglie d’argento. Sorpresa di giornata, il kirghiso Bekbolot Toktogonov ha eliminato il numero uno del seeding, l’ucraino Stanislav Bondarenko, andando poi a prendersi il bronzo ai danni del connazionale Iurii Krakovetskii (terzo shido al golden score). Medaglia anche per il russo Andrey Volkov, che sempre per shido ha sconfitto il tedesco Johannes Frey.

+100 kg
2. HARASAWA, Hisayoshi (JPN)
2. OJITANI, Takeshi (JPN)
3. TOKTOGONOV, Bekbolot (KGZ)
3. VOLKOV, Andrey (RUS)
5. FREY, Johannes (GER)
5. KRAKOVETSKII, Iurii (KGZ)
7. SASSON, Or (ISR)
7. ULZIIBAYAR, Duurenbayar (MGL)

MEDAGLIERE GRAND SLAM DÜSSELDORF 2018

Nation 1stplace 2ndplace 3rdplace 5thplace 7thplace
1. Japan (JPN) 7 4 0 1 1
2. Russia (RUS) 1 1 3 3 1
3. Ukraine (UKR) 1 1 0 0 2
4. Great Britain (GBR) 1 0 1 1 1
5. Georgia (GEO) 1 0 1 0 0
5. Slovenia (SLO) 1 0 1 0 0
7. Iran (IRI) 1 0 0 0 0
8. Hungary (HUN) 0 2 0 0 0
9. France (FRA) 0 1 2 1 1
10. Brazil (BRA) 0 1 1 2 0
11. Azerbaijan (AZE) 0 1 1 0 2
12. Poland (POL) 0 1 0 1 1
13. Tunisia (TUN) 0 1 0 1 0
14. Croatia (CRO) 0 1 0 0 0
14. Ireland (IRL) 0 1 0 0 0
16. Mongolia (MGL) 0 0 4 4 2
17. Germany (GER) 0 0 2 4 3
18. Israel (ISR) 0 0 2 0 2
19. Spain (ESP) 0 0 2 0 1
20. Belgium (BEL) 0 0 1 2 0
21. Netherlands (NED) 0 0 1 1 2
22. Kyrgyzstan (KGZ) 0 0 1 1 0
22. Portugal (POR) 0 0 1 1 0
24. Armenia (ARM) 0 0 1 0 0
24. Korea, South (KOR) 0 0 1 0 0
24. Philippines (PHI) 0 0 1 0 0
24. Serbia (SRB) 0 0 1 0 0

giulio.chinappi@oasport.it





Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: IJF

Lascia un commento

scroll to top