Curling, Olimpiadi PyeongChang 2018: l’Italia ci mette il cuore e batte i Campioni Olimpici. Il futuro è azzurro


La piccola Italia del curling è riuscita a farsi largo tra le grandi corazzate internazionali. Gli azzurri non solo hanno conquistato una storica qualificazione alle Olimpiadi (la prima ottenuta sul campo, a Torino 2006 eravamo presenti solo in qualità di Paese organizzatore) ma hanno saputo anche fare bella figura a PyeongChang 2018: un movimento piccolo, con pochi soldi e pochi tesserati, ha tenuto ben testa agli squadroni sbarcati in Corea del Sud per fare la differenza.

Non dimentichiamo mai che la nostra Nazionale ha sconfitto gli USA, poi Campioni Olimpici: sì, il nostro quartetto ha battuto nettamente la formazione a stelle e strisce durante il round robin, ben prima che la squadra d’oltreoceano rialzasse la china e realizzasse un’impresa ai limiti del leggendario. Amos Mosaner, Joel Retornaz, Simone Gonin, Daniele Ferrazza e Andrea Pilzer possono vantarsi di aver mandato ko i più forti in circolazione. Non finisce qui perché abbiamo steso anche la Svizzera, poi capace di vincere la medaglia di bronzo superando il Canada reduce da tre trionfi consecutivi a cinque cerchi. Anche contro la rappresentativa della foglia d’acero c’eravamo ben comportati cedendo soltanto per 5-3.

I numeri sono confortanti, questa Italia vale il massimo livello internazionale e nei prossimi anni può ulteriormente compiere un salto in avanti per arrivare a giocarsi qualcosa di importante a livello europeo: non è impossibile sperare in una medaglia continentale come hanno fatto le ragazze. Alle Olimpiadi è mancato quel cinismo e quel pizzico di esperienza in match tirati e decisi sull’ultima stone come contro Gran Bretagna, Giappone, Corea del Sud: è con quelle sconfitte che i ragazzi hanno perso la possibilità di sognare un’incredibile qualificazione alle semifinali. Ora lo sguardo va al futuro ma l’avventura a cinque cerchi può considerarsi positiva: l’Italia ha cuore e grinta da vendere.

 

CLICCA QUI PER IL MINISITO SULLE OLIMPIADI INVERNALI DI PYEONGCHANG 2018

 

 





Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

scroll to top