Speed Skating, Europei Kolomna 2018: Ireen Wust e Martina Sablikova le stelle, Francesca Lollobrigida vuol far sua la mass start

Francesca-Lollobrigida-Pagina-FB-Lollo.jpg

Sarà Kolomna (Russia) ad ospitare gli Europei di speed skating dal 5 al 7 gennaio 2018, vero e proprio test in vista dei Giochi Olimpici Invernali di PyeongChang (9-25 febbraio 2018). Una rassegna, dunque, di grande interesse proprio per verificare la condizione degli skater più forti del Vecchio Continente che interpreteranno quest’evento come una tappa di passaggio in vista del darsi su ghiaccio sudcoreano.

Quest’anno, a differenza dell’edizione 2017 di Heerenveen, il format sarà diverso. Come infatti prevede il regolamento Isu i campionati europei, organizzati annualmente in 3 giorni di gara, possono avere due programmi alternativi: allround combinato allo sprint oppure singole distanze. In Russia vi sarà la seconda modalità, essendo anno olimpico, e pertanto in ogni specialità verranno assegnate le medaglie.

Fatta questa opportuna premessa quali saranno le atlete da osservare con attenzione?  Quando si parla di pattinaggio velocità non si può certo escludere da un possibile elenco di favorite le skater olandesi che, in un modo o nell’altro, riescono sempre a monopolizzare la scena. Ebbene, in questa rassegna di Kolomna sarà Marrit Lenstra una delle osservate speciali insieme ad Ireen Wust, campionessa pluridecorata sia a livello olimpico che mondiale. La Leenstra si è messa particolarmente in evidenza nel corso dei campionati nazionali di fine 2017, validi per la qualificazione olimpica. L’orange, infatti, ha dimostrato di essere particolarmente competitiva nella velocità ma anche nelle specialità di resistenza, come i 1500 metri, ed è senza dubbio tra le più poliedriche in questi campionati. Abbiamo citato, poi, la Wust che vanta qualcosa coma 8 medaglie Cinque Cerchi (4 ori, 3 argenti ed 1 bronzo), per citarne solo alcune, e la vedremo nei 3000 metri scontrarsi con la rivale di sempre ovvero la ceca Martina Sablikova. Spetta, infatti, anche lei la menzione come atleta di punta nelle prove “distance”, molto forte dai 1500 metri a salire. Oro ed argento a Cinque Cerchi nei 5000 e 3000 metri a Sochi (Russia), la 30enne di Nové Město è tra quelle che vuol contrastare l’egemonia tulipana prendendosi le luci della ribalta, oscurando il darsi delle native dei Paesi Bassi.

In casa Italia, siamo tutti con Francesca Lollobrigida. La skater romana, vittoriosa nella mass start di Salt Lake City in Coppa del Mondo e primatista della graduatoria generale di specialità, è la favorita anche per la gara sul ghiaccio di Kolomna. Francesca ha dimostrato negli ultimi due anni, ovvero da quando ha portato avanti un programma di allenamenti in Olanda, di essere cresciuta, soprattutto mentalmente. Molto più cosciente dei propri mezzi e in grado di interpretare l’evoluzione del contesto agonistico come poche, la pattinatrice nostrana punta al bersaglio grosso sul ghiaccio russo per avvicinarsi a Pyeongchang nel miglior modo possibile. Le avversarie saranno la tedesca Claudia Pechstein (vittoriosa a Calgary) e la sempre temibile olandese Irene Schouten. Tuttavia l’azzurra, potendo contare anche dell’apporto di Francesca Bettrone, può partire per la Russia con fiducia, tenendo conto anche dei miglioramenti compiuti sulle distanze classiche (record italiano nei 3.000 metri a Calgary di 4’02″75).

Nel computo delle prove di squadra dell’inseguimento e sprint l’Olanda dovrebbe essere, neanche a dirlo, il riferimento disponendo di una profondità di atlete da far spavento.

 





 

CLICCA QUI PER LEGGERE LE NOTIZIE SULLO SPEED SKATING

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: pagina facebook Francesca Lollobrigida


Lascia un commento

scroll to top