NBA 2018: Cleveland trova Isaiah Thomas e sorride, Spurs ok. Beli sconfitto

Schermata-2016-06-02-alle-13.19.13.png

Solo cinque partite nella notte NBA 2018, che anche nel nuovo anno prosegue senza intoppi nella lunga stagione regolare per avvicinarsi mano a mano ai playoff. I Cleveland Cavaliers erano la squadra più in vista tra le dieci che sono scese in campo, complice anche l’attesissimo ritorno di Isaiah Thomas, all’esordio con la maglia dei Cavs.

Come al solito, però, la voce grossa l’ha fatta LeBron James. 24 punti, 6 rimbalzi e 8 assist sono numeri standard per il Prescelto, che ha indirizzato la sfida contro i Portland Trail Blazers, risoltasi con un ultimo quarto devastante dei padroni di casa che ha condotto al punteggio finale di 127-110. Positive anche le prove di Love (19 punti) e Crowder (17), tutti con un minutaggio piuttosto limitato. Per Thomas, subito 17 punti in poco meno di 19 minuti sul terreno di gioco sono un ottimo biglietto da visita per l’apporto che potrebbe dare alla squadra da qui a fine stagione. A Portland non sono bastati i 25 di Lillard e i 23 di Nurkic, che sono stati i più prolifici della squadra.

Passando alle altre partite, classica vittoria senza esagerazioni dei San Antonio Spurs, che si sono imposti 100-91 sui New York Knicks, andando in fuga con una decisa accelerazione nei due quarti centrali per mettere in ghiaccio il risultato. Kawhi Leonard e LaMarcus Aldridge si sono confermati punti di riferimento della squadra con 25 e 29 punti segnati rispettivamente a risolvere la contesa. Per la squadra di New York da segnalare i 18 di Michael Beasley, anche se tutto il quintetto è andato sopra la doppia cifra (ma senza superare i 13 punti).

Sconfitta in volata, invece, per gli Atlanta Hawks di Marco Belinelli, rimediata in casa dei Phoenix Suns 103-104. Le squadre, di fatto, si sono alternate a dominare sul terreno di gioco. Atlanta ha provato l’allungo nel primo quarto, Phoenix ha rimontato nel secondo per poi tornare a distanza nel terzo e recuperare ancora nell’ultimo. Nei secondi finali, Devin Booker si è abbattuto sugli Hawks con 5 liberi consecutivi che sono valsi il sorpasso proprio allo scadere del tempo. Per lui 34 punti all’attivo, mentre il suo compagno TJ Warren ne ha messi a referto 31. Pur tirando 1/3 da tre punti, buona prova di Marco Belinelli, che in 20′ di gioco ha messo 16 punti totali, che però purtroppo non sono bastati ad Atlanta per ottenere la vittoria numero 11 della stagione.

Sono stati sufficienti solo due quarti ai Charlotte Hornets per chiudere la contesa contro i Sacramento Kings: il punteggio finale di 131-111, in questo senso, è molto esplicativo per quanto riguarda una partita con poca storia. Batum e Howard hanno fatto la differenza con 21 e 20 punti segnati, mentre per i Kings sono serviti a poco i 24 di Randolph. Terza vittoria consecutiva per i Los Angeles Clippers, che dopo un ottimo inizio si erano letteralmente fermati e solo adesso sembrano aver ritrovato lo slancio. Nella giornata odierna, assoluto protagonista Lou Williams, con ben 33 punti a indirizzare la sfida finita 113-105 con i Memphis Grizzlies.

Tutti i risultati di martedì 2 gennaio

Portland Trail Blazers – Cleveland Cavaliers 110-127
San Antonio Spurs – New York Knicks 100-91
Atlanta Hawks – Phoenix Suns 103-104
Charlotte Hornets – Sacramento Kings 131-111
Memphis Grizzlies – Los Angeles Clippers 105-113





CLICCA QUI PER TUTTI GLI ARTICOLI DI CICLISMO

Twitter: @Santo_Gianluca

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Foto: By Keith Allison from Hanover, MD, USA (LeBron James) [CC BY-SA 2.0], via Wikimedia Commons

Lascia un commento

scroll to top