Dakar 2018, gli italiani al via: Alessandro Botturi l’osservato speciale tra le moto, poche possibilità per i piloti del Bel Paese


La 40esima edizione della Dakar, il rally raid più famoso del mondo, sta per prendere il via da Lima (Perù) il 6 gennaio per giungere a Córdoba (Argentina), per la prima volta nella storia, il 20. La distanza totale coperta sarà di quasi 9.000 km (8793 km), di cui 4.329 km di prove specialiUn percorso che toccherà ben tre Nazioni, ovvero Perù, Bolivia ed Argentina, regalando ancor più incertezza al contesto agonistico in cui le capacità di navigazione degli equipaggi in gioco faranno la differenza. Nell’edizione corrente gli iscritti sono più di 500, a bordo di 339 veicoli (190 tra moto e quad, 91 vetture, 14 side by side e 44 autocarri), in rappresentanza di 54 Paesi. In casa Italia il “contingente” più numeroso sarà rappresentato dalle ruote con ben 8 azzurri al via sulle moto. In generale avremo:

MOTO

Alessandro Botturi, Yamaha. Settima Dakar in carriera

Alessandro Ruoso, KTM – Promotoracing. Prima Dakar in carriera

Maurizio Gerini, Husqvarna – Team Solaris. Prima Dakar in carriera

Jacopo Cerutti, Husqvarna – Moto Racing Group. Terza Dakar in carriera

Alberto Bertoldi, KTM – BMS Moto. Prima Dakar in carriera

Fausto Vignola, Husqvarna – Team Solaris. Prima Dakar in carriera

Gabriele Minelli, KTM – Pedrega Racing. Prima Dakar in carriera

Livio Metelli, KTM. Terza Dakar in carriera

Botturi  è sicuramente il più esperto dei nostri, anche se quest’anno è inserito in una struttura privata della Yamaha e molto probabilmente non avrà molte chance. “Potrò ancora contare su Yamaha Europe, ma nel team Garda Bikes costituito assieme agli amici Livio Metelli ed Alberto Bertoli”, ha dichiarato il pilota di Brescia (fonte corsedimoto). “Non avrò pressione e potrò affrontare la corsa al meglio. Sono sicuro di poter fare bene”. Degno di menzione anche Cerutti (Husqvarna), campione italiano Motorally in carica e forte di un 12° posto al debutto nel 2016, mentre la scorsa edizione è stata più sfortunata per il ritiro nella terza tappa. Ruoso (KTM) è stato nel 2017 il secondo miglior motociclista italiano: al debutto nella competizione, ha chiuso al 38° posto nella graduatoria generale nonostante una frattura al radio riportata nella penultima stage. Per quanto riguarda i debuttanti da tenere in considerazione Gerini (Campione Italiano Motorally nella categoria 125), in sella alla Husqvarna 450 Rally accanto a Vignola con il Team Solarys Racing di Castiglion Fiorentino. Rookie anche l’aretino Minelli con una KTM ufficiale.

AUTO 

Eugenio Amos/Sebastien Delaunay, Buggy Ford – Two Wheel Drive. Seconda Dakar in carriera per Amos

Stefano Marrini/Maurizio Nassi, Toyota –  Team Samar Motorsport. Quinta Dakar per Marrini e prima Nassi.

Per entrambi gli equipaggi italiani l’obiettivo è terminare la gara e giungere al traguardo finale in Argentina. I mezzi a disposizione non possono consentire ai nostri portacolori di lottare per vincere, dovendosela vedere con rivali  di primo livello con squadroni del calibro di Peugeot, Mini e Toyota ufficiali. “Ho a disposizione una vettura che ho testato sia al Silk Way, sia in Marocco: la macchina è ottima sia sulle dune, sia sui tratti veloci e rispetto alla mia precedente esperienza alla Dakar (nel 2016, su un piccolo Polaris ndr) può darmi una performance decisamente superiore. Anche se in una gara simile, conta avere più testa che piede. Per questo cercherò il miglior compromesso tra velocità, costanza e margine di sicurezza”, queste la dichiarazioni alla vigilia di Amos su varesenews.it.

CAMION

Antonio Cabini, Giulio Verzeletti e Raffaella Cabini, Mercedes UNIMOG – Team  Orobica Raid. Verzetti (8 Dakar in carriera, prime due delle quali in moto nel 1996 e nel 2005), Cabini (21ª partecipazione alla Dakar) e Raffaella Cabini, la ragazza più giovane iscritta alla Dakar: classe 1996, nata a Crema e figlia di Antonio, corre nel Campionato Italiano di Enduro (4ª nel 2017) e nel campionato Italiano Motorally e nell’Italiano Raid TT (Campionessa nei due campionati nel 2016 e 2ª classificata nel 2017). Prima esperienza anche per lei alla Dakar.

Paolo Calabria, Giuseppe Fortuna, Mercedes UNIMOG – Team  Orobica Raid. Calabria, classe 1966, alla sua quarta partecipazione alla Dakar, Fortuna, classe 1958, con diverse partecipazioni alla Dakar e Rally dei Faraoni con moto e camion.

Nicola Montecchio, Carlo Cabini e Loris Calubini, Mercedes UNIMOG – Team  Orobica Raid. Montecchio, classe 1974, ripete l’esperienza della Dakar a bordo di un camion dopo l’edizione ufficiale con la PanDAKAR nel 2007, Cabini, classe 1998, figlio di Antonio, corre anche lui nell’enduro. Nel 2015 è stato Campione italiano Motorally Classe 50c.c. e 2° nel Raid TT Classe RT4. Nel 2016 è stato Campione italiano Motorally Under 23. Nel 2017 si è classificato 2° e 3° assoluto rispettivamente nel Campionato Italiano Motorally classe B e nel Serres Rally Grecia. Prima esperienza per lui nel team Orobica Raid ed è senza dubbio tra i più giovani partecipanti alla Dakar, Calubini, classe 1969, anche lui diverse partecipazioni su camion e auto sempre con Orobica Raid titolare di una officina preparazione veicoli gara, la “Jolly Car 4×4 di Salò”.

Nella categoria dominata dai piloti russi, la prospettiva è vedere il traguardo di Cordoba per il Team Orobica Raid che rappresenta il Bel Paese.

QUAD

Juan Carlos Carignani, Yamaha – Team Black Forest Quad. Quinta esperienza alla Dakar

Nella categoria dei sudamericani non poteva mancate l’italo-argentino Carignani che vorrà farsi valere nel percorso tra Perù, Bolivia ed Argentina anche se gli avversari hanno senza dubbio un materiale migliore.

SIDE BY SIDE

Camelia Liparoti, già con 9 Dakar, sarà al via dell’ edizione 2018 con il SxS Yamaha YXZ 1000 R, affiancata da Manuel Lucchese, con i colori del C.A.T Racing. La prospettiva per lei è quella di conquistare il traguardo di Cordoba, avendo un motivo valido per ricordarsi della propria decima partecipazione.

 





 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL RALLY

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: pagina facebook Dakar

Lascia un commento

scroll to top