Calcio, Coppa Italia 2018: Napoli-Atalanta 1-2, orobici in semifinale. Castagne e Gomez affossano i partenopei

calcio-cornelius-fb-atalanta-bergamasca-calcio.jpg

Sorpresa grande allo stadio San Paolo nei quarti di finale di Coppa Italia 2017-2018. Il Napoli, capolista in Serie A, esce sconfitto dalla sfida contro l’Atalanta 2-1, dovendo incassare un’altra eliminazione dopo quella in Champions League. Grande prestazione degli uomini di Giampiero Gasperini impostosi 2-1 grazie alle reti di Castagne al 50′ e Gomez all’ 81′. A nulla è servita la marcatura di Mertens all’ 84‘, subentrato insieme ad Insigne e ad Allan nella ripresa. Un risultato che dunque qualifica gli atalantini in semifinale in attesa di sapere chi tra Juventus e Torino sarà la prossima avversaria.

PRIMO TEMPO – Sarri sorprende tutti schierando una formazione con ben 5 volti nuovi dal solito e puntando sull’inedito attacco composto da Ounas, Callejon e Zielinski con lo spagnolo nell’insolito ruolo di falso nueve mentre a centrocampo e Diawara ad occupare la posizione di mediano davanti alla difesa con Chiriches ad affiancare Koulibaly in retroguardia. Atalanta con la formazione tipo con l’unica variante di Cornelius al fianco di Gomez con Cristante a trequarti campo. L’azione dei partenopei è molto lenta favorendo le chiusure preventive dei bergamaschi bravissimi ad intercettare tutte le linee di passaggio azzurre. La compagine di casa va a strappi e sono due le occasioni sui piedi di Callejon e Zielinski che fanno gridare al gol il pubblico napoletano.

SECONDO TEMPO – Chance sprecate, pagate a caro prezzo nella ripresa quando l’Atalanta, grazie ad una splendida iniziativa sulla sinistra del “Papu” Gomez, trova la marcatura con Castagne bravo a ribadire in rete il tiro di Cornelius intercettato da Mario Rui. Il tecnico del Napoli decide dunque di cambiare mandando in campo Mertens, Insigne ed Allan, e facendo uscire Callejon, Hamsik ed Ounas costruendo però decisamente poco. All’81 è poco fortunato Chiriches che, scivolando nel momento di chiudure su Gomez, lascia campo libero all’argentino, abilissimo a trafiggere Sepe sotto la traversa. Il Napoli ha uno scatto d’orgoglio quando Insigne, con la sua solita giocata, serve un pallone al bacio sul secondo palo a Mertens che di testa, sfruttando anche un errore di Berisha, riapre la gara. Ultimi minuti molto tesi ma non succede più nulla e l’Atalanta realizza l’impresa.

 





 

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: pagina facebook Atalanta

Lascia un commento

scroll to top