Softball, presentato il calendario del 2018. Italian Softball League a 10 o 12 squadre

Forlì-Softball-Facebook-Softball-Forlì-e1512403478908.jpg

La riunione di Bologna della FIBS ha visto protagoniste anche le società della Italian Softball League. Il primo punto all’ordine del giorno è stato il numero di squadre partecipanti al massimo campionato. Le società, su proposta del Presidente Federale Andrea Marcon, sono state concordi che in caso di rinunce alla ISL si procederà così: in caso di un solo forfait ci sarà un ripescaggio, mentre se saranno 2 il campionato sarà organizzato a 10 squadre con girone unico; infine, se i ritiri saranno più di due si procederà ai ripescaggi necessari per arrivare a 10, obiettivo comunque posto per la stagione 2019. I parametri di ripescaggio fissati sono stati gli stessi per il baseball (massimo una richiesta di ripescaggio negli ultimi 3 anni, non essere retrocessi per 2 stagioni consecutive dalla stessa serie e la regolarità della propria posizione economica nei confronti della Federazione).

Novità anche in ambito numero di visti lavoro subordinati allo sport: ogni squadra della Italian Softball League potrà tesserare 3 atlete extracomunitarie, con la possibilità di un taglio, ma nel lineup ne potranno essere impiegate al massimo 2 contemporaneamente.

Sono stati poi presentati gli impegni dell’Italia. La prima Nazionale ad essere impegnata sarà la Seniores con l’Asia Pacific Cup a Sydney dall’1 al 4 febbraio. Poi ci saranno gli Europei U19 e U22 nella seconda metà di luglio, mentre ad agosto toccherà di nuovo alla Seniores con il Mondiale di Chiba (Giappone). Il Super Six (19-23 settembre) chiuderà la stagione dell’Italia di Enrico Obletter. Le Coppe Europee per club, invece, saranno in programma dal 20 al 25 agosto.

In base al calendario è stata quindi presentata anche una prima bozza delle date della stagione. Nel caso di 12 squadre, con 2 gironi da 6, la stagione verrà strutturata su andata e ritorno ed intergirone, da disputare a settembre, seguite poi da semifinale, incrociando le prime 2 classificate di ogni girone, e finale al meglio delle 5 partite dopo il Super Six. In tema di retrocessione, scenderanno in A2 le ultime di ogni girone e la perdente dello spareggio tra le quinte classificate. L’inizio stagione è fissato per il 29 aprile. In caso di 10 squadre al via, invece, si disputerà un campionato su andata e ritorno con i playoff sempre con semifinali incrociate tra le prime 4 classificate, al meglio delle 3 gare, e finale al meglio delle 5 partite, mentre retrocederà l’ultima del girone. Il playball in questo caso sarà il 24 marzo, con tutti i playoff concentrati nelle prime tre settimane di settembre, prima del Super Six.

In tema di tesseramenti, le società hanno chiesto di chiudere al 30 giugno permettendo anche passaggi da una società all’altra della stessa serie, escludendo però la possibilità di ricorrere allo svincolo unilaterale. Per il roster è stato messo 26 come limite massimo di atlete.

Altro tema affrontato quello degli orari delle partite: tutte le società hanno concordato nel fissare fino a fine maggio e nel mese di ottobre, il playball alle 17, con gara2 30 minuti dopo la fine del primo incontro, passando negli altri mesi alle 18, sempre con un intervallo di mezz’ora tra le due partite.

L’ultimo argomento affrontato è stato quello della Coppa Italia che, in caso di 12 squadre, verrà giocata sulla stessa struttura della passata stagione ed inizierà il 7 aprile per chiudersi con l’assegnazione del trofeo il 22 aprile. Con 10 squadre, invece, la Coppa Italia si giocherà a settembre dove inizieranno le escluse dai playoff per vedere poi entrare in scena le società che disputeranno la postseason.

 





 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL SOFTBALL

alessandro.tarallo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Cristiano Gatti

Lascia un commento

scroll to top