Football americano, NFL 2017-2018: si assottiglia la corsa ai playoff. Testa a testa New Orleans-Carolina, Seattle spera ancora

Aaron-Rodgers-Football-americano-NFL-Twitter-Green-Bay-Packers-e1507539843509.jpg

Turno natalizio nella NFL. La Week 16, la penultima giornata della regular season, ha per forza di cose delineato la situazione in vista della postseason, riducendo la corsa a poche squadre. 

Iniziamo dalla AFC, dove i New England Patriots (12-3), già certi del titolo di division, hanno conquistato anche la matematica certezza di chiudere tra le prime due della Conference e quindi di usufruire del bye al primo turno. La squadra di Tom Brady (21/28, 224 yds, 2 TD) ha avuto vita facile a sbarazzarsi dei Buffalo Bills per 37-14, sfruttando la grande prova di Dion Lewis (24 corse e 129 yds). Certezza del titolo divisionale anche per Jacksonville (10-5), nonostante la sconfitta sul campo dei San Francisco 49ers (5-10) per 33-44. A dare il titolo della AFC South ai Jaguars è stata infatti la sconfitta dei Tennessee Titans. Kansas City (9-6) si è aggiudicata il titolo della AFC West per il secondo anno consecutivo battendo per 29-13 i Miami Dolphins (6-9), a questo punto matematicamente eliminati. Alex Smith è andato oltre le 300 yds (25/39, 304 yds e 1 TD), ma il vero protagonista è stato il solito Kareem Hunt (29 corse e 91 yds).

Tutto aperto per quanto riguarda la corsa alla wild card, oramai ridotta a quattro squadre. Ad essersi avvantaggiata in questo turno è stata Baltimore (9-6), grazie alla vittoria per 23-16 contro gli Indianapolis Colts (3-12). Un successo ispirato dal solito Joe Flacco (29/38, 237 yds, 2 TD) e dalla vena realizzativa di Justin Tucker (3/3 al field goal). I Ravens hanno ora una vittoria di margine sulle altre e la possibilità di dipendere da se stessi nell’ultimo turno, quando affronteranno i Cincinnati Bengals (6-9). Il secondo posto disponibile appartiene al momento a Tennessee (8-7), seguita a breve distanza dai Los Angeles Chargers (8-7), vincitori per 14-7 contro i New York Jets (5-10), e i Buffalo Bills (8-7): queste ultime dovranno sperare in una sconfitta dei Titans contro i Jaguars per avere una speranza di qualificazione.

Situazione ben chiara anche nella NFC, dove i Minnesota Vikings (12-3) si sono avvicinati al bye del primo turno vincendo per 16-0 in casa dei Green Bay Packers (7-8). Una sconfitta amara per la squadra di Aaron Rodgers, tornato in lista infortunati questa settimana, non solo in termini di punteggio ma anche di classifica, perché vuol dire eliminazione matematica dalla corsa alla postseason. Titolo divisionale, il primo dal 2003 nella NFC West, anche per i Los Angeles Rams (11-4), che hanno battuto per 27-23 i Tennessee Titans. A decidere è stato un TD lanciato dal solito Jared Goff (22/38, 301 yds, 4 TD) ma a rubare la scena è stato ovviamente Todd Gurley II, che ha combinato 118 yds di corsa, 158 di ricezione e 2 TD.

Situazione ingarbugliata nella NFC South, dove prosegue il testa a testa tra New Orleans (11-4) e Carolina (11-4). I Saints hanno vinto contro Atlanta (9-6) per 23-13, al termine di una partita molto più dominata di quanto non dica il punteggio, con i Falcons capaci di giocare il primo possesso in zona offensiva solo nel terzo quarto. Più sofferto il successo dei Panthers, che hanno vinto per 22-19 contro i Tampa Bay Buccaneers (4-11) guidati ovviamente da Cam Newton (16/25, 160 yds), che ha lanciato con 4/7 negli ultimi tre minuti e realizzato il TD decisivo con una corsa da 2 yds a 35″ dal termine. Sia New Orleans che Carolina sono qualificate ai playoff e nell’ultimo turno si scambieranno le avversarie: ai Saints basterà battere Tampa per assicurarsi il titolo divisionale, i Panthers dovranno battere Atlanta e sperare nel risultato negativo dei rivali (e con le sconfitte di Rams e Vikings potrebbero addirittura conquistare il bye…).

Già assegnata, dunque, una delle due wild card della NFC, che andrà alla sconfitta della corsa tra Saints e Panthers. Per il secondo la squadra favorita è Atlanta, il cui ultimo impegno con Carolina mette tutto in discussione. Più di una speranza è aperta, dunque, per i Seattle Seahawks (9-6), che si sono aggiudicati per 21-12 lo spareggio contro i Dallas Cowboys (8-7), matematicamente eliminati dalla corsa. Un successo più facile del previsto, con Seattle brava a capitalizzare i takeaways (2 TD dopo 2 recuperi nel primo tempo). A Dallas non è bastato il rientro dopo le sei partite di squalifica di Ezekiel Elliott (24 corse, 97 yds): a tradire è stato Dak Prescott (21/34, 182 yds con 2 INT e 4 sacks). I Seahawks dovranno quindi battere Arizona la prossima settimana e sperare nella sconfitta di Atlanta. Dalla corsa alla wild card è stata eliminata anche Detroit (8-7), battuta 17-26 da Cincinnati.

I risultati della Week 16

Baltimore Ravens – Indianapolis Colts 23-16
Green Bay Packers – Minnesota Vikings 0-16
Carolina Panthers – Tampa Bay Buccaneers 22-19
Chicago Bears – Cleveland Browns 20-3
Cincinnati Bengals – Detroit Lions 26-17
Kansas City Chiefs – Miami Dolphins 29-13
New England Patriots – Buffalo Bills 37-16
New Orleans Saints – Atlanta Falcons 23-13
New York Jets – Los Angeles Chargers 7-14
Tennessee Titans – Los Angeles Rams 23-27
Washington Redskins – Denver Broncos 27-11
San Francisco 49ers – Jacksonville Jaguars 44-33
Arizona Cardinals – New York Giants 23-0
Dallas Cowboys – Seattle Seahawks 12-21
Houston Texans – Pittsburgh Steelers (stasera alle 22.30)
Philadelphia Eagles – Oakland Raiders (stanotte alle 2.30)

LE CLASSIFICHE

 





 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL FOOTBALL AMERICANO

alessandro.tarallo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: profilo Twitter Green Bay Packers


Lascia un commento

scroll to top