Football americano, NFL 2017-2018: New England batte Pittsburgh e vola ai playoff. Oakland e Tavecchio salutano la postseason

Schermata-2017-09-07-alle-14.16.24-e1508748963301.png

Si avvicina la fine della regular season NFL e cominciano ad arrivare tanti verdetti. Al termine della Week 15, altre tre squadre hanno raggiunto la matematica certezza di disputare la postseason. Una di questa è New England (11-3), grazie alla vittoria in uno dei tanti big match di questa settimana. I Patriots hanno battuto i Pittsburgh Steelers (11-3) per 27-24 nello scontro al vertice della AFC, risoltosi in volata, dopo la rimonta guidata da Tom Brady (22/35, 298 yds e 1 TD) e Rob Gronkowski (9 corse e 168 yds di ricezione). Ben Roethlisberger (22/30, 281 yds e 2 TD), con pochi secondi da giocare, ha optato per il lancio anziché accontentarsi del calcio del pareggio, venendo intercettato da Harmon. Gli Steelers in effetti erano già arrivati in end zone qualche secondo prima, ma gli arbitri hanno rivisto la decisione e decretato l’incompleto. Pittsburgh ha perso anche Antonio Brown (dovrebbe rientrare per i playoff), oltre al fattore campo: la sconfitta di ieri potrebbe risultare decisiva tra un mese, quando la stessa partita potrebbe valere il ticket per il Super Bowl…

Era una formalità ma anche i Minnesota Vikings (11-3) hanno conquistato la certezza di giocare i playoff. I vichinghi hanno battuto per 34-7 i Cincinnati Bengals (5-9), dopo il netto 17-0 del primo quarto. Decisiva, come sempre, l’accoppiata Case Keenum (20/23, 236 yds e 2 TD)-Jerick McKinnon (7 corse e 114 yds) per vincere matematicamente il titolo della NFC North. Tornano a disputare la postseason dopo 10 anni i Jacksonville Jaguars (10-4), che hanno battuto per 45-7 i Houston Texans (4-10). Primo tempo devastante (31-0), con un Blake Bortles sempre più scatenato (21/29, 326 yds e 3 TD), col suo bersaglio preferito rappresentato da Keelan Cole (7 ricezioni per 186 yds). I giaguari hanno quindi vinto il titolo della AFC South sfruttando la sconfitta dei Tennessee Titans (8-6), beffati dai San Francisco 49ers (4-10) per 25-23 con il calcio allo scadere di Gould.

L’altro incontro più atteso della settimana era probabilmente quello tra i Los Angeles Rams (10-4) e i Seattle Seahawks (8-6). Non c’è stata partita: la squadra californiana ha dominato in casa dei rivali divisionali, staccandoli nella corsa al vertice della NFC West. Partita impressionante di Todd Gurley, che ha spaccato in due l’incontro già dal primo tempo (34-0), accumulando 180 yds tra corsa e ricezione (152+28) e 4 TD. A LA basta ora una vittoria, mentre Seattle deve giocarsi la wild card: la lotta sarà selvaggia, con Detroit e Dallas in parità con i Seahawks, ed Atlanta (9-5) che si è avvantaggiata vincendo nel Monday Night contro Tampa Bay (4-10) per 24-21. Per i Lions nessun problema contro i Chicago Bears (4-10), battuti per 20-10. I Cowboys, invece, hanno vinto contro Oakland (6-8) per 20-17, distruggendo i sogni di gloria dei Raiders. Partita sostanzialmente decisa nel finale, nel modo peggiore. Dopo che Bailey ha segnato il field goal del sorpasso, Carr si è tuffato per segnare ma ha perso il pallone: dal TD della vittoria al touchback della sconfitta. Solo un miracolo potrebbe regalare la postseason a Giorgio Tavecchio e compagni: il kicker italiano ieri ha chiuso l’incontro con 1/2, segnando da 39 yds.

Playoff lontani anche per i Green Bay Packers (7-7). Non è bastato il ritorno di Aaron Rodgers (26/45, 290 yds, 3 TD e 3 INT), poco aiutato dai compagni: Carolina (10-4) ha vinto per 31-24, grazie ad un Cam Newton tornato ai livelli di due stagioni fa (20/31, 242 yds e 4 TD). I Panthers rimangono in vetta alla NFC South in parità con i New Orleans Saints (10-4), che non hanno avuto alcun problema a sbarazzarsi per 31-19 dei New York Jets (5-9), con la solita accoppiata Ingram-Kamara (118 yds di corsa e 122 in ricezione combinate). Lo scontro al vertice della AFC West, invece, è andato ai Kansas City Chiefs (8-6), che hanno vinto contro i Los Angeles Chargers (7-7) per 30-13 con un’altra grande prova del rookie Kareem Hunt (24 corse per 155 yds e 1 TD).

I Chargers dovranno faticare ora per conquistare la wild card della AFC, perché sono preceduti, oltre che da Tennessee, anche da Buffalo e Baltimore. I Bills (8-6) hanno battuto per 24-16 i Miami Dolphins (6-8), con LeSean McCoy (20 corse per 50 yds e 1 TD) che ha superato le 10.000 yds corse in carriera. Nessun problema, invece, per i Ravens (8-6), che hanno avuto vita facile vincendo per 27-10 contro i Cleveland Browns (0-14), ancora a secco. La prima dei Philadelphia Eagles (12-2) senza l’infortunato Carson Wentz è andata decisamente bene. Battuti in rimonta i New York Giants (2-12) per 34-29 con Nick Foles che ha lanciato per 237 yds (24/38) e 4 TD.

I risultati della Week 15 della NFL

Indianapolis Colts – Denver Broncos 13-25
Detroit Lions – Chicago Bears 20-10
San Francisco 49ers – Tennessee Titans 25-23
Pittsburgh Steelers – New England Patriots 24-27
Seattle Seahawks – Los Angeles Rams 7-42
Washington Redskins – Arizona Cardinals 20-15
New York Giants – Philadelphia Eagles 29-34
New Orleans Saints – New York Jets 31-19
Minnesota Vikings – Cincinnati Bengals 34-7
Jacksonville Jaguars – Houston Texans 45-7
Cleveland Browns – Baltimore Ravens 10-27
Carolina Panthers – Green Bay Packers 31-24
Buffalo Bills – Miami Dolphins 24-16
Kansas City Chiefs – Los Angeles Chargers 30-13
Oakland Raiders – Dallas Cowboys 17-20
Tampa Bay Buccaneers – Atlanta Falcons (stanotte alle 2.30)

LE CLASSIFICHE

 





 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL FOOTBALL AMERICANO

alessandro.tarallo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Flickr Jeffrey Breal – <a href=”https://creativecommons.org/licenses/by-sa/2.0/”>CC-BY-SA 2.0</a>


Lascia un commento

scroll to top