Curling, ANDIAMO A PYEONGCHANG!!! Storica Italia, azzurri alle Olimpiadi! Leggendario ultimo tiro di Amos Mosaner!

21299-640.jpg

Olimpiadiiiiiiiiiiiiiii! Un urlo si alza dal ghiaccio di Plzen (Repubblica Ceca), l’Italia è in visibilio, esulta in maniera sfrenata, festeggia come mai aveva fatto nella sua storia: la Nazionale maschile di curling si è qualificata ai Giochi Invernali di PyeongChang 2018! Gli azzurri staccano il pass per le prossime Olimpiadi e lo fanno sul campo, come mai ci erano riusciti in passato: solo una volta avevamo calcato il palcoscenico a cinque cerchi, ma solo in qualità di Paese organizzatore (a Torino 2006).

Oggi il nostro quartetto ha scritto una pagina indimenticabile di sport, si è consacrato, ci ha fatto emozionare e può prenotare i biglietti per la Corea del Sud dopo aver sconfitto la Danimarca per 6-5 all’extra-end, al termine di una partita memorabile e già diventata leggendaria alle nostre latitudini. Aspettavamo questo momento da anni, ora è incredibilmente realtà: il sogno si è avverato, l’Italia avrà almeno una squadra ai Giochi e ora possiamo addirittura confezionare una clamorosa doppietta se la squadra femminile guidata da Diana Gaspari dovesse riuscite a sconfiggere proprio la Danimarca nello spareggio finale in programma alle ore 12.00.

Gli azzurri sono riusciti nell’impresa al termine di una settimana letteralmente pazzesca e vissuta sempre al cardiopalma in cui ne abbiamo viste davvero di ogni colore. Decisivi i successi sulla Germania (all’extra-end, clamoroso errore avversario nel finale) e sulla Repubblica Ceca, poi il ko di ieri contro la Danimarca nell’ultimo match del round robin, un arrivo a pari vittorie con altre squadre e il diritto di disputare questo incontro con i danesi che oggi siamo riusciti a sconfiggere (per loro ultima chance nel pomeriggio contro i padroni di casa). Joel Retornaz, Amos Mosaner, Simone Gonin, Daniele Ferrazza (insieme alla riserva Andrea Pilzer e al coach Soren Gran) sono nella leggenda e lì rimarranno per sempre: tra le migliori 10 squadre al mondo che parteciperanno alle Olimpiadi ci siamo anche noi!

I nordici iniziavano nel migliore dei modi marcando subito un punto nel primo end anche se Stjerne non era molto soddisfatto (voleva la mano nulla ma non è stato perfetto sull’ultimo tiro). Gli azzurri vanno in difficoltà nella seconda frazione e rischiano di prendere molti punti ma un ultimo tiro straordinario di Mosaner ci salva e pareggiamo i conti (1-1). Stjerne ha un’occasione importante per ottenere un pesante 3-0 nella terza frazione ma tira lunga l’ultima pietra e si deve accontentare. L’Italia va sotto 3-1 ma pareggia subito i conti: è ancora un magistrale Mosaner con l’ultimo tiro a bocciare due stone avversarie e a portare a casa l’end (3-3).

A quel punto la Danimarca è di mano e opta per un doppio pareggio prima di marcare il punto nel settimo gioco (4-3). Il martello passa all’Italia: Mosaner è astuto nel trovare la mano nulla nell’ottavo, poi nel nono tutta la squadra costruisce un buono schema tattico e concretizza il vantaggio (5-4). Siamo in vantaggio di un punto ma la Danimarca è di mano nel decimo end: Stjerne potrebbe vincere la partita ma fortunatamente trova solo un punto e ci concede l’extra end. Nel supplementare gli azzurri hanno il vantaggio dell’ultimo tiro, ribattono colpo su colpo ai danesi e con un’invenzione finale di Mosaner firmano l’impresa leggendaria. TUTTI A PYEONGCHANG!

 






Lascia un commento

scroll to top