Combinata nordica, Coppa del Mondo 2017-2018: Eric Frenzel rinasce a Ramsau! Sprint vincente davanti a Fabian Riessle, Alessandro Pittin chiude al 22° posto

frenzel2.jpg

La riscossa di Eric Frenzel si materializza a Ramsau, nella prima Gundersen della terza tappa della Coppa del Mondo 2017-2018. Il fuoriclasse tedesco è tornato a fare la differenza dal trampolino HS96, partendo nel fondo in terza posizione a 12” dal giapponese Taihei Kato, e si è letteralmente scatenato sugli sci stretti, scremando pian piano il gruppo e giungendo in prossimità del traguardo in compagnia del connazionale Fabian Riessle, anch’egli rinato sulle nevi austriache. Allo sprint, però, Frenzel è riuscito a mettere la punta dello sci davanti a quella di Riessle, tagliando il traguardo a braccia alzate con appena 0”7 di vantaggio sul suo diretto rivale e portando a casa la sua prima vittoria stagionale dopo un avvio decisamente complesso. La Germania, dunque, è tornata a dominare, ma la pattuglia norvegese non è intenzionata a mollare, come dimostra il terzo posto di Jan Schmid, ancora una volta sul podio e in piena lotta per la vittoria fino alle battute finali, quando i due battistrada gli hanno inflitto un distacco di 8”1.

Splendida anche la prova del giovane tedesco Vinzenz Geiger, messosi in luce un anno fa prima di eclissarsi e poi risorgere oggi a Ramsau, dove ha chiuso al quarto posto lasciandosi alle spalle un gruppo composto dal giapponese Akito Watabe, dal norvegese Magnus Moan e dallo statunitense Bryan Fletcher. Buona anche la prova del ceco Tomas Portyk, agevolato da un salto spettacolare, che gli ha consentito di partire dalla seconda piazza e di chiudere ottavo a 37”1 dal vincitore, mentre Joergen Graabak ha compiuto una grande rimonta, risalendo dal 22° al 9° posto. Il tedesco Manuel Faisst ha chiuso la top ten, mentre il norvegese Espen Andersen, vincitore finora di ben due prove individuali, non è andato oltre il 14° posto, cedendo persino qualcosa rispetto al risultato dal trampolino e vedendo svanire un’opportunità per mettere fieno in cascina per la classifica generale. Decisamente negativa la prova degli austriaci, che davanti al pubblico amico non sono riusciti a far meglio del 16° posto di Lukas Klapfer e del 19° di Mario Seidl.

Un pizzico di amarezza, infine, per la prestazione di Alessandro Pittin, che stavolta non è riuscito a piazzare un buon salto, partendo dal 48° posto nella 10 km con 1’56” di ritardo dalla vetta. La sua rimonta nel fondo, pertanto, lo ha condotto al 22° posto, una prestazione che rivela il suo eccellente stato di forma ma evidenzia una discontinuità dal trampolino che lo ha penalizzato oltremodo nella sua prova, comunque eccellente, sugli sci stretti. Aaron Kostner, infine, ha concluso al 47° posto a 4’40”6 da Frenzel, ma può ritenersi soddisfatto per aver superato il Provisional Competition Round e aver assaggiato il sapore della gara a soli 18 anni.

CLASSIFICA FINALE
1 Eric Frenzel (GER) 24’17”8
2 Fabian Riessle (GER) +0”7
3 Jan Schmid (NOR) +8”1
4 Vinzenz Geiger (GER) +25”4
5 Akito Watabe (JPN) +31”1
6 Magnus Moan (NOR) +31”7
7 Bryan Fletcher (USA) +32”6
8 Tomas Portyk (CZE) +37”1
9 Joergen Graabak (NOR) +38”9
10 Manuel Faisst (GER) +40”0

22 Alessandro Pittin (ITA) +1’13”4
47 Aaron Kostner (ITA) +4’40”6





mauro.deriso@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Facebook FIS Nordic Combined


Lascia un commento

scroll to top