Volley, l’Italia ha risolto il problema degli schiacciatori? Randazzo decollato, Parodi ritrovato, Antonov di qualità, Zaytsev salta. Il reparto opposti…

italia-volley-giappone-grand-champions.jpg

Il problema degli schiacciatori è molto importante in casa Italia e lo si è chiaramente visto durante gli ultimi Europei quando abbiamo riscontrato delle serie difficoltà di banda. Le prime cinque giornate della SuperLega hanno però fatto emergere un quadro interessante e alcuni martelli si stanno esprimendo molto bene, dandoci qualche speranza in vista della prossima estate che culminerà con i Mondiali casalinghi. Il reparto rimane uno dei più critici ma questo avvio di stagione sembra avere rilanciato alcune opzioni importanti e dato vigore alle candidature azzurre di alcuni giocatori.

Luigi Randazzo sta esplodendo a Padova, ha disputato delle ottime partite, riesce a segnare con continuità e sta crescendo in maniera esponenziale. Il 23enne ha già avuto esperienze in Nazionale ma la risposte che sta dando con la maglia della Kioene sono molto importanti: se dovesse andare avanti così potrebbe davvero essere un uomo importante per l’Italia. Sarebbe quantomeno una valida alternativa se dovesse rientrare Ivan Zaytsev, l’uomo da cui dipendono molte delle nostre chance iridate.

Oleg Antonov ha faticato a carburare a Vibo Valentia ma nelle ultime due uscite si è espresso su livelli eccezionali, è reduce da un’estate da titolare con la Nazionale e ora è chiamato a fare un importante salto di qualità: deve poter diventare una valida alternativa per Chicco Blengini che, oltre allo Zar (si spera), riabbraccerà comunque Osmany Juantorena e avrà la garanzia di Filippo Lanza, capitano di Trento che è sempre al massimo e che metterà il suo carisma al servizio del gruppo.

Finalmente abbiamo ritrovato anche Simone Parodi che, dopo due stagioni caratterizzate da infortuni e problemi fisici, è tornato alla ribalta. Talento cristallino, uomo delle Olimpiadi di Londra 2012, solido in ricezione e abile in attacco, un uomo che potrebbe risultare determinante: con Piacenza sembra poter tornare grande, è sulla strada giusta, avrà anche il passo per tornare protagonista con la Nazionale?

Sta giocando pochissimo Jiri Kovar (gli è preferito l’americano Sander a Civitanova) ma non sembrava propenso a rivestire l’azzurro. Senza dimenticare l’eterno Cristian Savani, ma è davvero difficile che torni in Nazionale. Se la situazione schiacciatori sembra essere leggermente migliore rispetto a quella di qualche mese fa, il reparto opposti pare in difficoltà: Luca Vettori stenta a trovare la giusta continuità a Trento, Giulio Sabbi non sfigura a Modena ma Bruninho ha un gioco molto particolare che predilige Ngapeth, Gabriele Nelli ha avuto un eccellente impatto a Padova ma deve ancora crescere molto.

 





WEB TV

Lascia un commento

scroll to top