Volley femminile, Serie A1 2017-2018 – Marcello Abbondanza non è più l’allenatore di Casalmaggiore! Subentra Lucchi dopo 4 sconfitte

casalmaggiore-volley-contesini-e1510508858156.jpg

Marcello Abbondanza non è più l’allenatore della Pomì Casalmaggiore (attendiamo conferme per sapere se si tratta di esonero o dimissioni). La squadra è protagonista di un avvio complicato in campionato dove ha perso ben quattro partite sulle cinque giocate e naviga in fondo alla classifica della Serie A1 di volley femminile. La società rosa ha così deciso di cambiare la guida tecnica e di affidare la panchina a Cristiano Lucchi, lo storico secondo di Abbondanza che nel recente passato ha allenato il Club Italia e ha fatto da traghettatore della Nazionale tra l’era Bonitta e l’arrivo di Mazzanti (ha guidato le azzurre durante le qualificazioni agli Europei 2017).

Il romagnolo era tornato ad allenare in Serie A dopo addirittura cinque anni di assenza (nel frattempo aveva vinto in Azerbaijan e in Turchia) ma dopo cinque partite ha dovuto subito rinunciare. Il CT del Canada non ha così avuto modo di poter far crescere il progetto di rilancio triennale che era stato pianificato dopo i trionfi del 2015-2016 (scudetto e Champions League). Ora Lucchi prende le redini e guiderà la squadra già a partire da domenica nella difficile trasferta di Firenze con l’obiettivo di conquistare subito i tre punti. Questa è la prima panchina a saltare in stagione ed è anche il primo esonero della carriera di Abbondanza, il secondo della storia di Casalmaggiore che nel 2013 chiamò Gianfranco Milano per sostituire Claudio Cesar Cuello (ma era in Serie A2).

 





(foto Simone Contesini)

WEB TV

One Reply to “Volley femminile, Serie A1 2017-2018 – Marcello Abbondanza non è più l’allenatore di Casalmaggiore! Subentra Lucchi dopo 4 sconfitte”

  1. Nany74 ha detto:

    Boh, a me ste cose mi sanno tanto di “calcio”, con tutto il rispetto! Si parte con un progetto triennale, ma siccome non si vince subito allora via la guida tecnica con cui hai deciso gli acquisti ecc ecc…..a questo punto invece di fare gli ipocriti e dire che il progetto è triennale, dite le cose come stanno ovvero che il procetto è bisettimanale e finita lì…almeno un po’ di onestà…

Lascia un commento

scroll to top