Svezia-Italia, Play-off Mondiali 2018: le fasce laterali saranno determinanti. Candreva la chiave per scardinare la rocciosa difesa scandinava?

Antonio-Candreva-Italia-Calcio-Twitter-Nazionale-Italiana.jpg

Passerà, con molta probabilità, dalle prestazioni di Antonio Candreva il destino dell’Italia nella doppia sfida contro la Svezia che vale l’ultimo treno utile per partecipare ai Mondiali di Russia 2018: la scelta del CT Ventura di non schierare Lorenzo Insigne nel 3-5-2 di partenza preferendogli un esterno meno offensivo come Matteo Darmian, lascia sulle spalle del calciatore interista il peso di una zona molto delicata del campo, ovvero la fascia laterale.

Candreva è l’uomo in più dell’Inter che, quasi a sorpresa, tanto bene sta facendo in campionato: spioventi molto pericolosi per le retroguardie avversarie partono dai suoi piedi, condizione atletica eccelsa che gli permette di sgroppare sull’out in maniera continua per 90 minuti, lavorando in maniera indefessa lungo tutto il campo. Se gli svedesi non sapranno arginarlo, in area potranno arrivare tanti palloni che Immobile ed il suo partner offensivo dovranno capitalizzare per provare a mettere un’ipoteca sulla qualificazione già questa sera. Ecco allora che una delle chiavi tattiche sarà proprio la capacità di spinta sulle fasce: gli italiani faranno male agli avversari con Candreva e si copriranno maggiormente con Darmian, mentre nella formazione scandinava ci sarà da stare attenti a Forsberg, talento sbocciato al Lipsia, che proverà a metterci in difficoltà con le ottime doti di velocità a disposizione.

Gli azzurri però potranno contare su una maggior qualità degli elementi a disposizione: non è escluso che Ventura possa cambiare in vista della gara di ritorno, per via della vicinanza delle due sfide (72 ore): il folletto napoletano Lorezo Insigne, ad esempio, potrà essere considerato sia un jolly da schierare a gara in corso alla Friends Arena, sia un titolare da mandare in campo sin dall’inizio lunedì sera approfittando di una maggior freschezza rispetto agli avversari. L’importante è che le cose si facciano bene sin dal primo minuto della sfida di questa sera: dover ricorrere ad un’impresa al Meazza è l’unica cosa di cui davvero non abbiamo alcun bisogno. Antonio Candreva con la maglia dell’Inter ha già scodellato ben 4 assist vincenti nei 954′ giocati, mentre Emil Forsberg, tra coppe e campionato ha siglato 3 reti e fornito due assist nelle 14 presenze raccolte per un impiego totale di 1043 minuti: se è vero che le partite si vincono a centrocampo, la sfida Candreva-Forsberg potrebbe essere l’ago della bilancia per staccare il biglietto verso Russia 2018.





Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Profilo Twitter Nazionale Italiana

CLICCA QUI PER TUTTI GLI ARTICOLI SUL CALCIO

roberto.santangelo@oasport.it

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top