Nuoto, Trofeo Nico Sapio 2017: Fabio Scozzoli in evidenza nelle batterie dei 50/100 rana. Federica Pellegrini seconda nei 100 sl e terza nei 100 dorso

Fabio-Scozzoli-nuoto-foto-pagina-fb-swimmeeting-bolzano.jpg

Nella seconda giornata delle batterie del Trofeo Nico Sapio 2017 di nuoto la piscina Sciorba di Genova (vasca corta) è stata teatro di una mattina interessante di gare.

Nei 50 rana il miglior tempo lo firma il brasiliano Felipe Lima in 26″97 ma alle sue spalle scalpitano sia Fabio Scozzoli (27″06) che Nicolò Martinenghi (27″33) ed è soprattutto nel loro confronto che si sviluppa questo day-2. Nei 100 metri della medesima specialità l’emiliano sigla il miglior crono delle heat in 59″82 unico ad abbattere la barriera del minuto in 59″82 a precedere proprio il sudamericano Lima (1’00″37) e Martinenghi (1’00″54). Nelle finali pomeridiane ne vedremo sicuramente delle belle ed i crono potrebbero abbassarsi sensibilmente. Bisognerà prestare attenzione.

Inutile negarlo: l’altra attrazione è rappresentata da lei, Federica Pellegrini, sul blocchetto di partenza della nuova/vecchia specialità i 100 stile libero. Il ritorno alle origini della campionessa di Spinea vale il 2° crono delle batterie in 54″62 a 14 centesimi dal riferimento dell’olandese Kim Busch ed a precedere l’azzurra Giorgia Biondani (55″29). Riscontri non eccezionali tenendo conto che parliamo di vasca corta ma vedremo nella gara pomeridiana cosa accadrà. Segnali comunque positivi per la veneta. Un comportamento simile a quello di Simone Sabbioni che nei 200 dorso, dopo il convincente successo di ieri nella sua distanza prediletta (100 dorso), si ripete stamane centrando la qualificazione alla finale con il miglior tempo in 1’58″42 davanti a Lorenzo Mora (1’58″54) ed all’israeliano David Gamburg (1’58″78)

Pellegrini che si cimenta anche nei 100 dorso ottenendo la terza prestazione in 59″40 alle spalle della statunitense Kathleen Baker (57″76) e dell’olandese Kira Toussant (59″14) e comunque la migliore delle atlete azzurre in vasca. Rimanendo al femminile bene Erika Ferraioli in 24″69 nei 50 sl (miglior prestazione delle batterie) mentre Ilaria Bianchi si diletta nei 200 farfalla stampando un 2’12″44 “tranquillo” per lei che è una centista pura.

Livello non straordinario poi nei 50 dorso maschili, dove Milli si è issato in vetta all’ordine dei tempi in 24″25 con Matteo Rivolta 2° in 24″25 e Sabbioni 3° in 24″54,  nei 200 rana donne, con Francesca Fangio davanti a tutte in 2’27″52 e nei 200 stile libero maschili con l’olandese Ben Schwietert a fare la voce grossa mentre Luca Dotto (3° in 1’47″47) guida la truppa italica davanti a Filippo Magnini (4° in 1’47″75) e ad Alessandro Miressi (1’48″11).

Nei 100 delfino Rivolta  lancia il guanto di sfida al tedesco Marius Kusch ottenendo il 2° best time mattutino dietro al teutonico (51″49) mentre nei 200 misti vuol tornare ai fasti giovanili Lorenzo Glessi (2’00″25) tenendo in grande considerazione il giovanissimo Thomas Ceccon (4° in 2’02″17). Di livello poi decisamente basso le serie dei 400 stile libero orfani di Gabriele Detti che premiano Pierandrea Titta (3’56″94).

 





 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NUOTO 

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: pagina facebook swimmeeting Bolzano

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top